CHICK COREA & The Spanish Heart Band

Con il bellissimo album “Antidote” (Universal) Chick Corea torna alla sue radici latine, in un ideale seguito (aggiornato) dei suoi celeberrimi album di quarant’anni fa: “My Spanish Heart” e “Touchstone”, dai quali riprende alcuni temi (primo fra tutti Armando’s Rhumba”, qui trasformato in un travolgente brano in stile merengue). Antidote è un cd quasi esclusivamente acustico, in cui la ‘Spanish Heart Band’ spazia fra tutti i generi latino/contemporanei, dal flamenco alla musica cubana, dal Venezuela a Panama al Latin jazz fino al Brasile con la bossa nova Desafinado.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Bolivia, Brasile, Caraibi, Cile, Colombia, Cuba, Messico, Stati Uniti, Venezuela

AmericaLatina: che succede…(30 settembre)

30. settembre 2011 – 23:01No Comment
AmericaLatina: che succede…(30 settembre)

CILE: la società sta con gli studenti – COLOMBIA: Santos dialoga con le Farc – CUBA: bilongo per Chavéz che in ottobre ritorna all’Avana… compra/vendita libera automobili – BOLIVIA: No all’autostrada amazzonica – PARAGUAY: Lugo sta bene – BRASILE: Dilma Rousseff al 71% ….Steve Wonder incanta 100mila carioca –  URUGUAY: nuovo ponte che unisce al Brasile – MESSICO: il paese più pericoloso al mondo – USA: Obama tende mano a Castro … Shakira, Persona dell’Anno.

CILE. La popolazione è dalla parte del movimento studentesco presieduto dalla bella e combattiva Camila Vallejo, la quale ha stimato in 150 mila i partecipanti all’ultima manifestazione, partita dall’Università di Santiago, ha attraversato la Alameda, principale arteria cittadina e conclusasi alla Facoltà di Ingegneria. Nelle vicinanze i Carabinieri hanno poi cercato di sciogliere la protesta con bombe lacrimogene cadute anche in residenze private. Risultato: 17 persone arrestate e 4 poliziotti contusi…e la promessa di un incontro tra una delegazione del movimento degli studenti e il governo.

BOLIVIA. Anche nel piccolo paese andino sono in corso lotte, scioperi e manifestazioni degli indigeni per impedire la realizzazione di una grande strada amazzonicanel cuore del parco Isiboro Secure,(Tipnis) la piu’ grande riserva forestale del Paese. La polizia è intervenuta duramente sui manifestanti e . Morales inizialmente aveva sostenuto che decine di comunita’ e organizzazioni sociali sollecitavano invece la costruzione di questa strada per l’interesse generale. Successivamente, sempre il presidente boliviano Evo Morales, ha deciso di sospendere il progetto e definendo ”imperdonabile” la violenta repressione messa in atto ieri dalla polizia contro i manifestanti e ciò aveva provocato le dimissioni del ministro della Difesa, Cecilia Chacon. Il progetto restera’ sospeso finche’ non si realizza una consultazione popolare sul tema.

COLOMBIA. Bogotà dialoga con la guerriglia. Infatti per sconfiggere l’organizzazione militare delle FARC (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia) il governo sostiene che la repressione da sola non basta più e serve una nuova strategia: il presidente Santos ora prova lo strumento della parola invitando i guerriglieri a lasciare le armi, rinunciare alla violenza, al terrorismo e offrendo loro opportunità e appoggio per il reinserimento nella vita civile.

MESSICO. Da tempo le violenze ai danni di civili e di giornalisti da parte  tengono nel terrore tutto il paese centroamericano che è ‘governato’ dai narcotrafficanti.  La terra simbolo della Siesta, dell’allegria, è ora il luogo più pericoloso al mondo per gli operatori dell’informazione: “Il Messico e’ il paese più pericoloso del continente americano per i giornalisti, lo afferma Reporters senza frontiere (Rsf), che ha presentato il risultato di una missione di studio svolta nel paese nei mesi scorsi….con 55 giornalisti uccisi e otto scomparsi dal 2000″ .

URUGUAY. Nel 2012 verrà posata la prima pietra per la realizzazione del ponte binazionale Uruguay-Brasile. Tra pochi mesi inizieranno i lavori del nuovo ponte che unirà la città uruguagia Río Branco – a 387 kilómetros a nordest di Montevideo – e Yaguarón, in Brasile, e questo tratto servirà per incrementare il transito regionale nelle due realtà di confine.

BRASILE/Dilma Roussef, presidente del Brasile, ha migliorato il suo grado di popolarità toccando il 71%. Questo risultato è il riflesso dell’azione di pulizia all’interno del governo colpito negli ultimi mesi da numerosi scandali per la corruzione di 4 suoi ministri che ora sono stati allontanati./ Steve Wonder,  per una notte è stato il sovrano del soulrock in Rio de Janeiro: il cantante-pianista-compositore statunitense  ha fatto ballare e divertire  per oltre due ore più di 100.000 persone. I suoi fan sono andati in delirio con le versioni moderne di “Garota de Ipanema”, inno della Bossa Nova di Tom Jobim e Vinicius de Moraes; e del famoso brano di Toquinho, “Vocé Abusou”.
In duetto con la cantante Janelle Moná ha poi fatto scatenare il pubblico sul ritmo di  “Superstition” e di “I’ll be loving you always”.

USA.Barack Obama è disponibile a migliorare i rapporti con Cuba. Infatti si muove per stabilire una “nuova relazione” con il governo dell’Avana, includendo anche la politica del bloqueo sempre se Cuba dimostra nuovi e più significativi segnali di collaborazione per la liberazione di oppositori del regime e offrirà misure di apertura democratica verso i propri cittadini.  Una serie di restrizioni che gravavano su Cuba, come viaggi e invio di denaro nell’Isla da parte dei cubani residenti negli USA, Obama le aveva già concesse nei mesi scorsi e Raul Castro ha risposto positivamente liberando alcuni oppositori, ma sembra ancora poco. L’Amministrazione nordamericana infatti chiede segnali più forti prima di rivedere alcune situazioni che pesano sul popolo cubano e in attesa di andare verso la graduale eliminazione dell’embargo che persiste ingiustamente da circa mezzo secolo./Shakira, la cantante colombiana che risiede negli USA, sarà premiata come Persona dell’Anno dall’Academia Latina de Grabación. 34 anni, nata a Barranquilla, Shakira è l’artista più giovane che finora ha ottenuto tale riconoscimento, che verrà consegnato a Las Vegas il 9 novembre durante la manifestazione dei Grammy Latinos.

CUBA. Un bilongo religioso per la salute del presidente venezuelano Hugo Chávez. Bilongo? è un atto di fede religiosa, praticato dalle popolazioni di origine africana (ma oggi anche di origine europea) che abitano il Sud America e i Caraibi, basato essenzialmente sul potere magico delle piante e di entità naturali. Una di queste cerimonie spirituali con danze, canti e ritmi ancestrali è stata organizzata  nella capitale cubana per  “chiedere” alle divinità Yoruba la pronta guarigione del presidente Chávez, che ha completato il quarto ciclo di chemioterapia per combattere il tumore asportato. E proprio ieri (29 settembre) Chávez ha annunciato che tornerà all’Avana nella seconda metà di ottobre per controlli medici e  “tutti gli esami realizzati dicono che non c’è presenza di cellule maligne”. Auguri. /AUTO, una nuova era per il commercio delle automobili. I cubani potranno comprare e vendere automobili senza autorizzazione dello Stato e senza vincoli dell’anno di fabbricazione del veicolo. Questo commercio fuori dal controllo statale (ma le tasse vanno pagate) riprende dopo ben 50 anni, quando il regime rivoluzionario eliminò questa attività con scopi di lucro, quindi capitalista. Ora sarà interessante vedere se il combustibile disponibile nel paese caraibico potrà soddisfare l’auspicato aumento  di consumo di benzina derivante da un maggiore numero di ‘carros’ in circolazione.

PARAGUAY. Il presidente paraguaiano Fernando Lugo sembra aver sconfitto la malattia. Secondo le notizie ufficiali diffuse dal suo medico personale, Jorge Querey, le sei sessioni di chemioterapia realizzate a San Paolo (Brasile), hanno fatto regredire la grave patologia di Lugo era affetto,  e ora il presidente è in ottime condizioni di salute.

Escribe tu comentario!