Books Colombia: Una poesia in tasca di H.A. Faciolince

Il 25 agosto 1987, a Medellín alle sei del pomeriggio Héctor Abad Gómez, medico, professore universitario, attivista per i diritti umani, viene ucciso a colpi di pistola in Calle Argentina. La famiglia lo trova riverso sul selciato. Suo figlio, Héctor Abad Faciolince, gli fruga nelle tasche e trova un foglietto con una una poesia su morte e oblio scritta a mano dal padre e siglata da tre iniziali: J. L. B., che per lui significarono senza indugi Jorge Luis Borges. Ma il mistero viene svelato dal “detective” Abad nel giallo, fresco di stampa: Una poesia in tasca (Lindau)

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » live jazz, Messico, miTube, musica, Panorama, Video

Antonio Sanchez quartet (video)

20. dicembre 2011 – 22:45No Comment
Antonio Sanchez quartet (video)

Ecco alcuni frammenti del concerto del batterista messicano Antonio Sanchez in quartetto ospite al Torrione Jazz Club di Ferrara l’11 novembre scorso.  Uno degli appuntamenti del cartellone di Bologna Jazz Festival 2011.

Profilo artistico di ANTONIO SANCHEZ.

Tre volte vincitore di un Grammy Award, laureato con lode in jazz alla Berklee School of Music, ex studente del Conservatorio di Musica del New England e del Conservatorio Nazionale del Messico, Antonio Sanchez è uno dei più migliori batteristi della scena jazz internazionale e collabora regolarmente con musicisti come Chick Corea, Gary Burton, Kenny Werner, Charlie Haden, Dee Dee Bridgewater, Dianne Reeves e Toots Thielmans. Scoperto da Danilo Perez  mentre era ancora al conservatorio,  è stato membro dell’Acoustic Trio dello stesso Perez e ha collaborato con la nuova generazione di musicisti che comprende Joshua Redman, Chris Potter, John Patitucci, David Sanchez, Scott Colley e Avishai Cohen.

Popolarissimo insegnante ha tenuto clinics in tutto il mondo e ha suonato in tutti i più prestigiosi festival dedicati alle batterie.

La formazione: Antonio Sanchez, batteria – Dave Binney, sassofono –  John Escreet, pianoforte –  Matt Brewer, contrabbasso

Escribe tu comentario!