Cuba: Leandro Saint-Hill Quartet in “Cadencias”

Da un paio di settimane il musicista camagueyano Leandro Saint-Hill con il suo quartetto e il contributo di diversi eccellenti ospiti ha lanciato sul mercato discografico, CADENCIAS, un brillante album di cuban jazz (o detto in altro modo, Jazz en Clave) interpretato con una visione cosmopolita.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, attualità, Brasile, Caraibi, Cuba, libri/cDVD, Venezuela

America Latina: che succede in…(8 dicembre 2012)

8. dicembre 2012 – 17:58No Comment
America Latina: che succede in…(8 dicembre 2012)

Argentina/ Cristina Kirchner vuole case popolari – Brasile/ Aspettativa di vita in aumento; Addio all’architetto comunista Niemeyer tra samba e Internazionale – Cuba/Yoani Sanchez, dicembre in festival – Zucchero Fornaciari all’Avana – Venezuela/Hugo Chávez rientrato a Caracas dall’Avana.

Argentina: Cristina Kirchner è per le case popolari

L’energica presidentessa argentina sta lavorando con determinazione per ridurre il divario tra ricchi e poveri e per intervenire in alcuni settori strategici in mano a due o tre famiglie potenti. Infatti mentre sta ingaggiando una battaglia per favorire il dibattito democratico con una nuova legge anti-trust che vede coinvolto in primis il Clarín (uno dei più grandi gruppi del settore multimediale in Sudamerica, ma il provvedimento  riguarda anche Prisa, editore di El Pais  e un’altra ventina di editori che non vorrebbero perdere le loro posizioni dominanti),  il governo di Buenos Aires è impegnato su un altro fronte: ha varato un’altra legge storica per l’Argentina in vigore dall’8 dicembre, che significa “obbligo,  per i costruttori di quartieri privati di cedere allo Stato almeno il 10% del terreno edificabile acquisito a tale scopo, per costruire delle case popolari”. Naturalmente le opposizioni (sostenute da finanzieri, imprenditori e speculatori storici) gridano contro il governo “comunista”, dittatoriale, antidemocratico. Un refrain arcinoto anche sulle frequenze italiane e ritornato alla ribalta proprio ora con la ricomparsa sulla piazza di un equipe di imbonitori da strapazzo e di leccapiedi travestiti da politici.

Brasile: qui aumenta maggiormente l’aspettativa di vita

Secondo una statistica del 2012 dell’Istituto Nazionale di Geografia e Statistica del Brasile, nel grande paese sudamericano  (190 milioni di abitanti) il ritmo d’invecchiamento della popolazione supera la media mondiale. L’indagine ha preso in esame le condizioni di vita degli abitanti del Brasile  e il risultato è stato calcolato attraverso la relazione tra il numero di persone con più di 60 anni rispetto un campione di 100 ragazzi con meno di 15 anni.

Brasile: addio all’ultracentenario architetto  comunista Niemeyer tra samba e Internazionale

Oscar Niemeyer, il più grande genio dell’architettura brasiliana, morto mercoledì scorso a 104 anni,  dopo le celebrazioni ufficiali a Brasilia, ha ricevuto l’ultimo saluto a Rio de Janeiro – metropoli che gli ha dato i natali e che ha ispirato le sue opere – al ritmo di samba intonato da una banda locale. Prima della sepoltura nel cimitero di Sao Joao Batista un gruppo di compagni comunisti gli ha cantato L’Internazionale. Fra le corone di fiori anche quella inviata dai fratelli Fidel e Raul Castro da Cuba.

Cuba: Yoani Sanchez, dicembre in festival

“Ogni dicembre torna all’Avana il festival internazionale del nuovo cinema latinoamericano. Quest’anno ci saranno più di cinquecento film da quarantasei paesi e la presenza di attori e registi di altre latitudini. La luce in sala si spegne, la gente si sistema sulle poltrone e, davanti ai nostri occhi, torna la magia del grande schermo. Ma rispetto a trentaquattro anni fa, quando è stata inaugurata quest’iniziativa, molto è cambiato….. Articolo completo su Internazionale, 7/12/2012.

Zucchero a Cuba

Sabato 8 dicembre l’artista emiliano ha tenuto un concerto gratuito presso la sede dell’Istituto Superiore d’Arte della capitale cubana. Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero, che sta riscuotendo un nuovo successo con il cd Sesion Cubana dedicato a Cuba e registrato nel giugno scorso nell’Isla Grande, ha dichiarato che da oltre vent’anni sognava di suonare nell’isola dei barbudos Fidel e Che Guevara, i principali artefici del trionfo della rivoluzione cubana suoi punti di riferimento ideale negli anni della sua gioventù. A RadioHabana Cuba il cantante ha sottolineato “che non me ne importa un baffo di eventuali problemi (leggi:penalizzazioni) nel mercato statunitense. Nessuno può interferire nelle mie convinzioni politiche e culturali“. Tosto questo Zucchero antimperialista, che, nell’intervista, ricorda con orgoglio l’appartenenza del padre al PCI. Insomma ne viene fuori il Zucchero “rebelde”, e solidale con Cuba,  tra l’altro “dimenticata in occasione dell’uragano Sandy – continua- che ha prodotto gravi danni nell’Isola mentre in Italia si è parlato solo del disastro arrecato negli USA”. Conclude dicendo “questo concerto lo dedico a tutti i cubani, dall’Avana a Santiago”. Hasta siempre! Zucchero parla di questo progetto- amore afro&cubano anche nell’intervista pubblicata sull’ultimo numero Sorrisi & Canzoni TV. Nella rete potete vedere anche il videoclip girato a Cuba intonando “Guantanamera”.

Venezuela: Hugo Chávez rientrato a Caracas

Il presidente del Venezuela è rientrato a Caracas da Cuba, dopo nove giorni di visite e terapie per combattere il cancro di cui è stato operato oltre un anno fa proprio all’Avana. “ Sono molto felice di arrivare qui nuovamente” ha detto Chávez appena atterrato all’aeroporto Maiquetía durante una conversazione con alcuni suoi collaboratori che l’hanno ricevuto. Dal 15 novembre non appariva in pubblico e quindi erano montate le speculazioni politiche e mediatiche sulla sorte del presidente.

Escribe tu comentario!