Ravenna JAZZ 2020: dal 30 giugno al 14 novembre

Ravenna Jazz 2020 “Reloaded”: la quarantasettesima edizione dello storico festival ravennate torna a proporsi in versione letteralmente “ricaricata” -post-Covid. Stesso numero di serate a quelle annullate per emergenza pandemia ma distribuite nel corso di vari mesi: dal 30 giugno al 14 novembre 2020.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Cuba

CUBA: libertà per i Cinque e la nuova politica economica

4. giugno 2013 – 21:52No Comment
CUBA: libertà per i Cinque e la nuova politica economica

Il 28 maggio su Il Fatto Quotidiano ne aveva già parlato Sandra Amurri. Ora Geraldina Colotti  su Il Manifesto del 4 giugno ridà la parola a Laura, figlia di Ramón Labañino, uno dei “Cinque cubani detenuti ingiustamente negli Usa dal 1998”.  Entra così nel vivo la campagna per chiedere a Obama la liberazione dei 5 agenti del controspionaggio cubano. Sempre a pagina 7 del quotidiano comunista c’è anche un’interessante intervista all’economista cubana Blanca Rosa Pampin sulla nuova politica economica del Paese.

Intervista a Laura Labañino

Agenti e innocenti – “Barack dacci i Cinque”

«Per andare a trovare mio padre una volta l’anno abbiamo subito ogni tipo di vessazione da parte delle guardie… È il momento più importante della campagna per la liberazione dei Cinque, siamo qui per ringraziarvi e per chiedervi di intensificare gli sforzi», dice al Manifesto Laura Labañino. Calma e determinata, la ragazza ricapitola dal punto di vista di una figlia la vicenda dei cinque agenti cubani – Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González – arrestati negli Stati Uniti per aver cercato di prevenire attentati contro il proprio paese.

Leggi tutto cliccando qui.

*************************************************************************************

Su Il manifesto è online  anche

“Verso il mercato senza disparità”

Intervista a Blanca Rosa Pampin.

«Sul tema della “libreta” abbiamo modificato alcune bizzarrie: per esempio, tutti ricevevano i sigari o il caffè, anche i bambini, ora non più“.

Blanca Rosa Pampin, autorevole economista cubana, è una rivoluzionaria della prima ora, esponente della prima Brigata studentesca del 26 luglio, a 14 anni. «A Cuba la rivoluzione l’hanno fatta i giovani e le donne, che continuano ad avere un ruolo molto importante nella vita politica e nella società. Siamo il paese dell’America latina con il maggior indice di emancipazione della donna…”

Leggi tutto cliccando qui

(il manifesto, 4 giugno 2013 – Geraldina Colotti).

*************************************************************************************

Per altre notizie  sull’America Latina visita il sito  www.micaribe.it

Escribe tu comentario!