MUSICA JAZZ: Francisco Mela da Bayamo

Una delle numerose interviste di MUSICA JAZZ di febbraio 2020 è dedicata al batterista FRANCISCO MELA, cubano, nato a Bayamo ma cresciuto artisticamente tra Santiago de Cuba e L’Avana. E proprio nella capitale fu l’ultimo batterista del fantastico pianista Emiliano Salvador, che scomparve prematuramente nel 1992

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, musica, Stati Uniti

a PORRETTA ritornano Soul, R&B e Funk

12. luglio 2013 – 16:26No Comment
a PORRETTA ritornano Soul, R&B e Funk

Otis Redding, nume tutelare del festival, non potrà certo lamentarsi. Come il pubblico, del resto, che ogni anno invade il Rufus Thomas Park di Porretta Terme, a metà strada tra Bologna e Pistoia. Infatti Bobby Rush (nella foto), Mitty Collier, Latimore, David Hudson, , Falisa Janaye, Charles Walker & The Dynamites, Charlie Wood, Bruce James & Bella Black, Sax Gordon’s International Soul Caravan  sono solo alcuni dei numerosi artisti che sfileranno alla 26a edizione del Porretta Soul Festival (18-21 Luglio).

Come al solito saranno esibizioni da non perdere di artisti in esclusiva europea provenienti da oltreoceano.  Attesissimi da tempo, arriveranno due autentici miti del “chitlin’ circuit” (il circuito dei locali per la gente di colore): Bobby Rush , celebrato nel premiatissimo film/documentario di Martin Scorsese “The Blues”,  maestro sul palcoscenico di sceneggiate che coinvolgono le sue discinte e carnose coriste e Latimore, voce profonda e possente,  mentore e artefice del debutto e del successo di Joss Stone. Anche la leggendaria Mitty Collier, oggi Pastor Mitty Collier,  che tante volte ha diviso il palco con Otis Redding, sarà a Porretta, confermando il livello qualitativo della kermesse.

Un’ulteriore sorpresa riguarda il funk che quest’anno arriva dal Giappone con l’esplosiva “9 piece band” Osaka Monaurail del funambolico James Brown dagli occhi a mandorla Ryo Nakata.

Questo secondo quarto di secolo del festival non poteva che partire rappresentando al meglio il Memphis Sound grazie alla collaborazione con lo Stax Museum Of American Soul Music di Memphis, che considera il festival porrettano come l’unica e autentica vetrina europea della musica soul.

La prestigiosa etichetta discografica inglese ACE Records, che rappresenta  per il soul ciò che la Blue Note rappresenta per il Jazz o la Decca Classics per la lirica/sinfonica  ha consacrato nel proprio sito ufficiale il nostro festival come  “….probabilmente il più longevo , e quasi certamente il migliore festival di musica del suo genere nel mondo,  in una piccola, accogliente e pittoresca città termale del nord Italia chiamata Porretta Terme…”.

Il testo completo lo potete trovare a questo link . (Hanno scritto Poretta Soul con una sola “erre” ma pazienza…. … è vero anche perchè Rick Hutton (nella foto che osserva Uliani), storico presentatore del festival, pronuncia o modula il nome della cittadina emiliana con grande libertà espressiva, questo è già uno show dentro il festival -ndr).

Inoltre appuntamento internazionale con la didattica Soul. Un workshop di sei giorni con  i migliori insegnanti al mondo, musicisti di altissimo livello che in occasione della kermesse porrettana terranno corsi di tecnica strumentale, musica d’insieme e arrangiamento. Inoltre autorevoli critici come  Luciano Federighi ed  Edoardo Fassio ci guideranno nella storia della “Soul Music”.

Direttore corsi: Charlie Wood

In totale sono previsti oltre 200 musicisti a cui si affiancheranno band italiane di rhythm & blues su tre palchi, di cui uno “vintage” per una “degustazione musicale” con strumenti da collezionisti in un contesto che comprende mercatini, street food, seminari musicali, proiezione di filmati, conferenze e presentazioni di libri e di dischi.

Porretta Terme (Bo), Rufus Thomas Park, 18-21 luglio 2013. Info www.porrettasoul.it , tel.0534-22021

Biglietti:

18 Luglio ingresso gratuito

19, 20, 21 Luglio una serata Euro 25

Abbonamento 65 Euro

Prevendite: www.vivaticket.it   www.boxol.it

Escribe tu comentario!