JAZZ PER IL PIANETA

Il “cambiamento climatico” non riguarda davvero il clima. Riguarda le persone, la migrazione, il cibo, l’acqua, l’accesso, la salute, l’istruzione e l’equità delle opportunità”, ha dichiarato Fio Omenetto, direttore della Fondazione Tällberg. Se non aggiustiamo il nostro clima ora, ci saranno troppe cose da sistemare in seguito”

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, attualità, musica

ANNULLATO il concerto del 28 febbraio con CORDOBA REUNION

24. febbraio 2014 – 17:41No Comment
ANNULLATO il concerto del 28 febbraio con CORDOBA REUNION

ANNULLATO per indisponibilità di Javier Girotto il concerto del 28 febbraio 2014, ore 21:15, Teatro Fabrizio De André di Casalgrande (RE), che avrebbe inaugurato il superfestival Crossroads con il gruppo argentino CORDOBA REUNION, composto da Carlos “El Tero” Buschini (basso), Javier Girotto (sassofoni e flauti), Gerardo Di Giusto (piano) e Gabriel “Minino” Garay (percussioni). Il menù è un mix di jazz, tango, milonga, chacarera, zamba, candombe e huayno. Da non perdere!

Crossroads – Jazz e altro in Emilia Romagna, la lunghissima rassegna musicale diretta da Sandra  Costantini, parte alla grande e regalandoci un bellissimo e originalissimo progetto . Infatti ascolteremo le sonorità predominanti dell’Argentina combinate al jazz in modo magistrale da quattro magnifici musicisti, tutti originari della città di Cordoba, ognuno di loro con percorsi artistici diversi, ma succede che ogni tanto fanno una rimpatriata musicale. Per questo motivo, e lo ripetiamo fino alla noia, è importante non farsi sfuggire questa occasione anche se bisogna macinare qualche chilometro in più.

Cordoba Reunion. Il progetto musicale di Cordoba Reunion, dovendo classificarlo,  possiamo definirlo “etnojazz con tinte latin alternative”. Infatti i quattro muchachos “ribelli cordobesi” partendo dagli ingredienti base della tradizione popolare argentina, in particolare, con sconfinamenti in altri linguaggi attigui del Sud America,  sanno creare un’amalgama davvero speciale, per non dire unico. E che ottengono intrecciando, con sapienza ed equilibrio, melodie,  ritmi rioplatensi e andini (tango, milonga, chacarera, zamba, candombe, huayno ecc.), espressività latinoamericana, contaminazioni europee, sperimentazione, improvvisazione e sintassi jazzistica.

Il loro ultimo album è Sin Lugar a Dudas (Abeat records).

Escribe tu comentario!