Cuba: Leandro Saint-Hill Quartet in “Cadencias”

Da un paio di settimane il musicista camagueyano Leandro Saint-Hill con il suo quartetto e il contributo di diversi eccellenti ospiti ha lanciato sul mercato discografico, CADENCIAS, un brillante album di cuban jazz (o detto in altro modo, Jazz en Clave) interpretato con una visione cosmopolita.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » libri/cDVD, Messico

Messico: Cielo arido di Emiliano Monge

9. febbraio 2014 – 23:47No Comment
Messico: Cielo arido di Emiliano Monge

Coloro che vorranno avvicinarsi a queste pagine vanno avvisati subito: non è un lettura facile, che scorre liscia, ma richiede grandissima attenzione il Cielo arido (La Nuova Frontiera)  del giovane scrittore messicano Emiliano Monge. Racconta la violenza del Messico, e non solo di oggi, dei narcos, ma di sempre. E per estensione può riferirsi anche all’America latina. Una narrazione molto ardua, che richiede almeno due letture, ma indubbiamente siamo di fronte a un grande romanzo.

Cielo arido è la storia di un uomo, Germán Alcántara Carnero, chiamato anche Gringo per via di sue esperienze negli StatI Uniti, che, senza saperlo, è stato il suo secolo. La storia degli uomini e delle donne che gli sono stati vicini e del brullo altipiano messicano (meseta) su cui  Emiliano Monge distilla l’essenza di un’America Latina selvaggia. L’arco temporale del romanzo si muove tra l’inizio del Novecento e gli anni Settanta Ottanta. Un luogo arido, dove solitudine, violenza e lealtà sono l’unica compagnia. Raccontato a partire dagli istanti memorabili della vita del protagonista – la fuga e l’esilio, le vicissitudini di una guerra infinita, la sparizione di una bambina, lo scontro tra padre e figlio, la nascita di un bambino malato, un omicidio – Cielo arido è un viaggio verso il cuore dell’essere umano e una sfida lanciata al lettore con le armi della grande letteratura. Nonostante la premessa, è un grande romanzo, una intelligente metafora sull’esistenza.

Escribe tu comentario!