GUSTAVO OVALLES: dal “Sistema” Abreu al latin jazz con quitiplá

Tranquillo, solare, ambasciatore di musiche venezuelane, “console” di ritmi afrocubani, Gustavo Ovalles è oggi uno dei multipercussionisti più richiesti sia nel latin jazz che nei progetti di world music. «Sonidos del Orinoco» è il titolo della sua produzione più recente. L’abbiamo intervistato in occasione di una tournée con il pianista cubano Omar Sosa. Ecco cosa ci ha raccontato.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Brasile, Caraibi, Cuba, latin jazz, live jazz, Messico, musica, rumba, Salsa, Samba Bossanova, Stati Uniti

Latin al Dolomiti ski Jazz, omaggi a Santana e Jobim

5. marzo 2014 – 23:45No Comment
Latin al Dolomiti ski Jazz, omaggi a Santana e Jobim

Due appuntamenti latin a Dolomiti Ski Jazz, la cui diciassettesima edizione si terrà dall’8 al 15 marzo in Val di Fiemme (TN) : mercoledì 12 marzo, ore 12, Shamanes Band,  “Tribute to Carlos Santana”; venerdì 14 marzo, ore 21, Correnteza- La musica di Tom Jobim e dintorni.

Per apprezzare al meglio la ‘valanga’ di concerti di Dolomiti Ski Jazz è consigliabile avere gli sci ai piedi: gli spettacoli più caratteristici del festival si tengono infatti lungo i tracciati di alcune delle piste innevate più celebri al mondo. Immersi nella natura alpina, i concerti di Dolomiti Ski Jazz sono un après-ski assai originale: band internazionali per una girandola di live che spaziano dal jazz al blues, con incursioni anche nel rock e nel latin rock e che andranno in scena letteralmente in mezzo alla neve. Oltre che agli amanti degli sport invernali d’alta quota, Dolomiti Ski Jazz pensa anche a chi preferisce ascoltare musica in luoghi più tradizionali, come i teatri e i locali notturni. Al calar del sole, il festival scende infatti dalle baite e i rifugi d’alta montagna per trasferirsi nei paesi della Val di Fiemme. Qui si ascolteranno i gruppi di maggior prestigio della programmazione. Tra gli artisti che parteciperanno a Dolomiti Ski Jazz 2014 spiccano i Quintorigo, la vocalist Patrizia Laquidara, il virtuoso clarinettista Gabriele Mirabassi, il quartetto del sassofonista statunitense Logan Richardson e quello del giovanissimo prodigio del sax Mattia Cigalini.

Dal programma generale del festival vi evidenziamo i due momenti in cui spiccano ritmi latin (dai Santana alla musica carioca).

Il primo si terrà presso il rifugio Zischgalm di Pampeago, mercoledì 12 marzo, alle ore 12 e offre  un tributo a Carlos Santana con la Shamanes Band (foto a lato): Bruno Festini (voce), Michele Ometto (chitarra), Roberto Gorgazzini (tastiere), Maurizio Conta (basso), Sandro Giudici (batteria), Jesus Alvarez, Ray El Molinero (percussioni e voce), Ivo Cestari (percussioni).

Due giorni dopo al Teatro Navalge, Moena, esattamente venerdì 14 marzo alle ore 21:00 un suadente, romantico, coloristico tocco sudamericano: Correnteza –La musica di Tom Jobim e dintorni, ossia un omaggio alla musica brasiliana, ma non solo, per mano di tre stilisti della musica carioca come Gabriele Mirabassi (clarinetto), Roberto Taufic (chitarra, foto di apertura) e Cristina Renzetti (voce, chitarra).

Per maggiori informazioni e conoscere il programma completo:

www.dolomitiskijazz.com

Escribe tu comentario!