CHICK COREA & The Spanish Heart Band

Con il bellissimo album “Antidote” (Universal) Chick Corea torna alla sue radici latine, in un ideale seguito (aggiornato) dei suoi celeberrimi album di quarant’anni fa: “My Spanish Heart” e “Touchstone”, dai quali riprende alcuni temi (primo fra tutti Armando’s Rhumba”, qui trasformato in un travolgente brano in stile merengue). Antidote è un cd quasi esclusivamente acustico, in cui la ‘Spanish Heart Band’ spazia fra tutti i generi latino/contemporanei, dal flamenco alla musica cubana, dal Venezuela a Panama al Latin jazz fino al Brasile con la bossa nova Desafinado.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Brasile, musica, Samba Bossanova, teatro

Brasile: Barbatuques a Milano

17. novembre 2014 – 14:00No Comment
Brasile: Barbatuques a Milano

Dal Brasile arriva per la prima volta nel Belpaese il più spettacolare gruppo vocale e body percussion al mondo: Barbatuques. Si esibiranno,  prima e unica data italiana, Domenica 23 novembre 2014, alle ore 11.00, presso il Teatro Manzoni (via Manzoni 42, Milano) nell’ambito della rassegna “Aperitivo in Concerto”.

Scoperti a livello internazionale da Bobby McFerrin, che li ha voluti con sé in tournée, i Barbatuques sono una fra le realtà musicali e culturali più vive del Brasile. Nati come gruppo vocale dedito all’improvvisazione, hanno sviluppato una peculiare tecnica, ereditata dal batuque brasiliano di origine africana, che li ha portati a diventare il più significativo ensemble di body percussion in attività.
Musica come meta-scultura. Musica come universo timbrico, Musica come battito e flusso. È un mondo di combinazioni e dialoghi, ove ciascuno fa la sua parte col proprio corpo: una vera orchestra sinfonica. Questa è la via che calcano i Barbatuques, questa la ricerca che il gruppo brasiliano, che ha da poco realizzato la colonna sonora del film di animazione Rio 2 – Missione Amazzonia, conduce da anni, esplorando le pressoché infinite risorse sonore del corpo.
Come spiega Charles Raszl, fra i membri fondatori del gruppo, “La ricerca di Fernando Barba è partita dalle possibilità derivanti dalle altezze dei suoni corporali: eseguire una melodia senza cantarla con la voce o suonarla con uno strumento, semplicemente giocando coi timbri. Per questo la particolarità dei Barbatuques è quella di giocare con l’imitazione degli strumenti senza usare l’espediente del canto, il più utilizzato per eseguire le melodie. L’obiettivo è quello di trasferire ciò che si fa col corpo su qualunque strumento, e viceversa. Le combinazioni di suoni gravi e acuti, inoltre, danno la possibilità di eseguire col corpo la varietà e la molteplicità delle cellule ritmiche che, nel caso del Brasile, a causa della forte matrice africana, sono molto sviluppate”.
In diciotto anni di attività, i Barbatuques hanno pubblicato tre cd: Corpo do Som”(2002),“O seguinte é esse (2005) e l’ultimo lavoro Tum Pá (2012), pensato e rivolto al pubblico infantile, oltre al DVD Corpo do Som ao Vivo (2007). Il gruppo, un vero e proprio collettivo, non ha mai perso la sua anima originaria, quella che li spinge a ricercare e sperimentare divulgando attraverso l’interazione viva e la rappresentazione estemporanea, più che per mezzo di un prodotto chiuso. Con un’attenzione speciale al mondo dell’infanzia e ad una pedagogia musicale ricca che, più di ogni altra, sembra essere vincente, l’essenza della loro arte è tutta nel gioco e nel divertimento: Ti diverti con te stesso prendendo contatto con la tua propria cultura: sei libero e non hai filtri.
Gli incontri con i Barbatuques riportano ad un contatto profondo di carattere ancestrale. Non forniscono tecniche ma stimoli per svilupparle, non impongono metodi ma procedimenti che fungono solo da stimolo per la ricerca individuale. Ciascuno concretizza l’esperienza in modo personale: ogni persona può essere chitarra, pianoforte, un tamburo o un tamborim, può essere qualunque cosa. Ciascuno emette suoni assolutamente originali, incomparabili, tanto per le differenze costituzionali e naturali del corpo, quanto per la propria capacità di produrre suoni. I Barbatuques ci riportano ad una dimensione perduta, in cui ogni gesto, ogni suono ha un significato, una radice profonda che attiene alla nostra cultura e al nostro inconscio: questo viaggio nel tempo e dentro di noi stessi avviene con meravigliosa, esaltante naturalezza e con una trascinante teatralità in cui il divertimento e la partecipazione collettiva sono elementi imprescindibili. Fra gestualità, mimica, coralità, danza, canto, rumoristica, percussione collettiva, ritmi sfrenati l’arte dei Barbatuques crea un ritratto fedele del Brasile, della sua forza espressiva, del suo rapporto con la natura, della sua capacità di fondere in un unico stampo una molteplicità di etnie, lingue, culture e tradizioni diverse, dando vita ad un mondo il cui numero di colori pare infinito.

Barbatuques: Flávia Maia, Luciana Cestari, Heloiza Ribeiro, Tais Baliero, Marcelo Pretto, André Venegas, Gilberto Alves, João Simão, Mauricio Maas, Charles Raszl

Prevendita per ulteriori informazioni
Biglietto intero € 12 + € 1 prev.
Ridotto giovani € 8 + € 1 prev.
alla cassa del Teatro                                                       
Numero Verde 800-914350                                              
Online                                                                          
www.aperitivoinconcerto.com
<http://www.aperitivoinconcerto.com/>
www.teatromanzoni.it <http://www.teatromanzoni.it/>
www.Ticketone.it + Call Center 892.101

Escribe tu comentario!