GIOVANNI GUIDI Digital Tour on Crossoroads

Parte dal festival Crossroads il Digital Tour del pianista Giovanni Guidi. L’appuntamento è per venerdì 27 marzo alle ore 18:30, quando l’esibizione in piano solo di Giovanni Guidi sarà fruibile in diretta dalla pagina facebook di Crossroads, il festival itinerante organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Salvador

San Salvador: beatificazione di Óscar A. Romero

13. maggio 2015 – 22:26No Comment
San Salvador: beatificazione di Óscar A. Romero

In occasione della beatificazione di mons. Óscar A. Romero il prossimo 23 maggio a San Salvador, l’Editrice Missionaria Italiana celebra il vescovo-martire con la pubblicazione di due nuovi volumi a lui dedicati.

«La Chiesa non può stare zitta». Scritti inediti (1977-1980) raccoglie lettere finora inedite di mons. Romero, ora disponibili grazie alla curatela e al commento di Jesús Delgado, il suo segretario del tempo. Una corrispondenza intima e privata, dalla quale si evince con chiarezza che il beato Romero aveva piena coscienza del rischio mortale cui andava incontro con il suo impegno di denuncia sociale a fianco dei poveri in El Salvador degli anni Settanta. Da questo testo ˆ che nella sua prefazione monsignor Vincenzo Paglia, postulatore della causa di beatificazione di Romero, definisce importante per restituirci «l‚autentico» volto del presule-martire ˆ emerge con forza la consapevolezza di Romero di essere bersaglio dei violenti proprio a causa della sua fedeltà al Vangelo. Nelle parole del beato: «Non scoraggiatevi per la persecuzione che ci prende di mira, piuttosto vedetela come segno che davvero stiamo cercando di costruire il regno di Dio» scriveva nel 1978. Mentre l‚anno precedente annotava: «Incontreremo sempre opposizioni, e le guarderemo come il segno della fedeltà a Dio e al suo popolo».

Parole che riecheggiano anche in Romero, martire di Cristo e degli oppressi, volume a firma del gesuita spagnolo Jon Sobrino, tra i più noti teologi del mondo e già amico e stretto collaboratore in campo teologico di mons. Romero, che nell‚incipit del libro scrive: «Desidero partire da quanto ho sentito dire da un contadino: „Monsignor Romero ha detto la verità. Ha difeso noi poveri, per questo lo hanno ucciso».

Nel volume Sobrino (lui stesso a rischio di martirio: scampò per caso agli squadroni della morte che nel 1989 all‚Università Centroamericana di San Salvador uccisero 6 gesuiti e 2 domestiche) traccia il suo personale profilo di Romero insieme ad una densa riflessione teologica sul ministero episcopale del monseñor: «Per la sua fede in Dio egli è stato difensore della vita e specialmente della vita dei poveri».


Óscar A. Romero, «La Chiesa non può stare zitta» Scritti inediti 1977-1980
, a cura di Jesús Delgado, prefazione di Vincenzo Paglia, Collana Vita di missione ˆ Nuova serie, Editrice Missionaria Italiana, pp. 144, euro 13,00

Jon Sobrino
, Romero, martire di Cristo e degli oppressi
, Collana Vita di missione ˆ Nuova serie, Editrice Missionaria Italiana, pp. 288, euro 17,00

Escribe tu comentario!