GIOVANNI GUIDI Digital Tour on Crossoroads

Parte dal festival Crossroads il Digital Tour del pianista Giovanni Guidi. L’appuntamento è per venerdì 27 marzo alle ore 18:30, quando l’esibizione in piano solo di Giovanni Guidi sarà fruibile in diretta dalla pagina facebook di Crossroads, il festival itinerante organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, attualità, Brasile, Colombia, Cuba, Giamaica, Guatemala, Panama, Stati Uniti, Venezuela

America Latina… in rassegna (16/09/2015)

16. settembre 2015 – 22:41No Comment
America Latina… in rassegna (16/09/2015)

Le notizie latinoamericane di questa settimana parlano di fatti e personaggi riguardanti i seguenti paesi: Panama, Colombia, Argentina, Brasile, Messico, Venezuela, Guatemala, Cuba, Giamaica.

Panama/ Il volo più lungo. La piccola repubblica centroamericana del Canale sarà la meta del più lungo volo commerciale del mondo. Emirates Airlines ha annunciato infatti che dal 1 febbraio del prossimo anno Dubai verrà collegata da Panama City con un volo no stop di 13.800 km, per una durata di 17 ore e 35 minuti. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 11.09.2015)

Colombia/ Il corriere della droga che sacrifica la figlia. Un giudice ha condannato a 14 anni di prigione un uomo, Diego Fernando Mancilla, che aveva obbligato la figlia di 11 anni ad inghiottire 103 capsule piene di cocaina prima di imbarcarsi su un volo per la Spagna. (…una capsula si era rotta e la ragazzina stava morendo) (Sette| latinos di Rocco Cotroneo, 11.09.2015)

Argentina/ La restituzione di 4.500 tesori archeologici a Perù ed Ecuador. La presidente argentina Cristina Kirchner ha annunciato che il suo paese restituirà i cimeli “perché sono stati rubati”…”Stiamo facendo qualcosa di inedito in America Latina e nel mondo”. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 11.09.2015)

Brasile/Gli ad personam ai ministri. Record di dicasteri (39) e di incarichi extra: 22 mila. La presidente annuncia tagli. Se i cosiddetti costi della politica fanno scandalo in Italia, difficile immaginare una situazione più imbarazzante che in Brasile, dove i ministeri sono arrivati all’esorbitante numero di 39 e il numero degli incarichi ad personam che fanno capo al governo sono addirittura 22.000. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 11.09.2015)

Messico/Le bugie del Messico sugli studenti scomparsi. Per sei mesi un gruppo di esperti indipendenti ha indagato sulla sparizione dei 43 ragazzi della scuola rurale di Ayotzinapa. E ha concluso che la versione del governo non è attendibile… La scomparsa è avvenuta la notte del 26 settembre 2014. (Internazionale, di N. Roldan e P. Martinez, da Animal Politico, Messico – 11.09.2015)

Brasile. Il 7 settembre, nel giorno della festa dell’indipendenza, in varie città del paese si sono svolte manifestazioni contro la presidente Dilma Rousseff.

Messico. Due guardie carcerarie e due agenti dei servizi segreti sono stati incriminati l’8 settembre con l’accusa di aver favorito l’evasione del narcotrafficante Joaquin Guzman, noto come el Chapo.

Venezuela. Il 7 settembre il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato la chiusura di nuove zone del confine con la Colombia a causa delle tensioni tra i due paesi.

Brasile/Indigeni sotto attacco. “il 3 settembre un conflitto tra proprietari terrieri e gli indigeni guarani-kaiowá nel municipio di Antonio João, nello stato Mato Grosso do Sul, si è concluso con l’intervento delle forze dell’ordine e la morte di Semião Fernandes Vilhalva, 24 anni. L’uomo di etnia guarani-kaiowá, ha ricevuto un colpo alla testa mentre stava cercando di raggiungere il figlio piccolo”, scrive Carta Capital. (Internazionale, 11.09.2015)

Guatemala/Sorpresa elettorale. “In poco più di una settimana il Guatemala ha vissuto un terremoto politico”, scrive Connectas. “ Ci sono state manifestazioni di piazza, le dimissioni e l’arresto del presidente Otto Perez Molina accusato di corruzione e l’inaspettata vittoria al primo turno delle elezioni presidenziali di Jimmy Morales, un attore comico e teologo evangelista di 46 anni che ha ottenuto il 23, 8 per cento dei voti”. (Internazionale, 11.09.2015)

Argentina/Martin Caparrós sarà a Ferrara al festival di Internazionale (2-4 ottobre 2015) . Interverrà all’incontro sulla crisi alimentare mondiale insieme al giornalista statunitense David Rieff. Discuterà di Argentina con Graciela Mochkofsky e Alejandro Rebossio.

Cuba-Usa/ Disgelo tropicale. La ripresa delle relazioni tra Cuba e Stati Uniti è un avvenimento storico: cosa succederà dopo più cinquant’anni di embargo. Il 17 dicembre 2014 il presidente cubano Raul Castro e quello statunitense Barack Obama hanno annunciato al mondo che i loro due paesi…avevano deciso di riallacciare i rapporti diplomatici. Di questo argomento e delle sfide che attendono i due paesi discuteranno il 2 ottobre a Ferrara, con Omero Ciai della Repubblica, Alcibiades Hidalgo, ex consigliere politico di Raul Castro; Mauricio Vicent Mulet, giornalista del Pais e corrispondente a Cuba dal 1991 al 2011; e Rafael Rojas, storico cubano residente in Messico.

Colombia/Un politico ideale. Il cambiamento è possibile anche in Colombia e Antanas Mockus ne è il simbolo, spiega il regista Andreas M. Dalsgaar. Il film, che sarà proiettato al festival Internazionale di Ferrara, è la testimonianza di un periodo cruciale della storia della Colombia, che si avvia alla fine del più lungo conflitto armato ancora in corso nel mondo. I documentari della rassegna Mondovisioni saranno proiettati al cinema Boldini.

Guatemala/Arrestato ex presidente. La Cortes Suprema ha ritenuto ammissibile la richiesta di impeachment per il capo dello Stato Otto Perez Molina, implicato nella scandalo per corruzione che sfruttava il passaggio di merci in dogana per incassare tangenti. (Il Venerdì, 11.09.2015)

Argentina/Adiós Kirchner. Dopo dodici anni di potere familiare (prima il marito, poi Cristina), l’Argentina si avvia a voltare pagina. Anche il candidato del partito è pronto a scaricarla. Cosa cambierà? Un futuro pieno di incognite.  Buenos Aires. C’è un modo facile facile per prendere il polso all’Argentina. Bisogna andare nelle cuevas (grotte) di Recoleta, il quartiere chic di Buenos Aires. Le cuevas sono i locali dove si comprano o si vendono i dollari al mercato nero.  Tra i grandi enigmi insoluti, la morte del magistrato che indagava sul Governo. Cristina ormai sogna l’eternità: monumenti e musei. Tutti intitolati al marito (Il Venerdì, Omero Ciai, 11.09.2015)

Giamaica/La notte in cui volevano uccidere Bob Marley. Si parla del romanzo “Breve storia di sette omicidi” (Frassinelli) di Marlon James. Parla lo scrittore giamaicano appena entrato tra i finalisti del Booker Prize. Come nasce questo romanzo? “L’aggressione a casa di Bob Marley è una vicenda che mi insegue ancora dopo trent’anni. Si nascose che il cantante e la moglie erano stati feriti gravemente e mi sono sempre chiesto che fine avessero fatto gli intrusori.” (La Repubblica, Antonio Monda, 16.09.2015)

Cuba/ Il Papa a Cuba., l’incontro con Fidel Castro. Sarà il viaggio apostolico più lungo del pontificato di Papa Francesco, quello che si svolgerà dal 19 al 28 settembre a Cuba, negli Usa e alla sede dell’Onu. “Un viaggio lungo, ricco di appuntamenti e con un programma complesso”, sottolinea padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano, presentando le tappe del decimo viaggio papale di Jorge Mario Bergoglio nell’Aula Giovanni Paolo II in Vaticano. (Avvenire.it, 15.09.2015)

Cuba/Papa Francesco: il viaggio a Cuba e negli Usa a suggello del suo successo diplomatico. Quello a Cuba e negli Stati Uniti è destinato a diventare il viaggio del pontificato di Papa Francesco. Un privilegio solitamente riservato a quello che il vescovo di Roma compie in Terra Santa. È avvenuto così per il beato Paolo VI, il primo Papa a tornare nella terra di Gesù, lì dove è iniziato il cristianesimo, per san Giovanni Paolo II e per Benedetto XVI. (Il Fatto Quotidiano.it, Francesco Antonio Grana, 15.09.2015)

Cuba/ Papa Francesco incontrerà Fidel Castro a Cuba. Sarà il terzo incontro con un Pontefice per Fidel Castro. Papa Francesco vedrà il leader maximo durante il suo viaggio a Cuba previsto tra pochi giorni, nella giornata che trascorrerà a L’Avana. “È del tutto verosimile e prevedibile che ci sia”, ha detto il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, riferendosi a questo faccia a faccia. (Repubblica.it, 15.09.2015)

Escribe tu comentario!