Cuba/ José Martí  en Nueva York

L’immortale José Martí jazzificato dal pianista-compositore cubano MANUEL VALERA. Di questo progetto si parla sul mensile Musica Jazz di novembre 2020. Sul numero di dicembre uscirà la seconda parte che completa il corposissimo articolo-intervista realizzato da Gian Franco Grilli.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, attualità, Bolivia, Brasile, Colombia, Cuba, Ecuador, Guiana, Messico, Uruguay, Venezuela

America Latina … in rassegna (30.09.2015)

30. settembre 2015 – 00:03No Comment
America Latina … in rassegna (30.09.2015)

Le news latinoamericane di questa settimana parlano di Argentina, Brasile, Bolivia, Colombia, Cuba, Ecuador, Guiana, Messico, Uruguay e Venezuela.

Guiana/ Per la lotta al Venezuela chiede aiuto a Google Map. Qualche mese fa, la secolare disputa territoriale tra Guiana e Venezuela aveva ripreso vigore a causa di scoperte petrolifere offshore che entrambi i Paesi vorrebbero sfruttare. Ora la questione dei confini è arrivata addirittura negli uffici di Google.

Uruguay/ Lotta al denaro contante. Per sconfiggere i ladri. Il governo di Montevideo vuol ridurre l’uso di denaro contante nel Paese, soprattutto in alcuni settori. La ragione principale è l’aumento delle rapine…. Tutti i giorni viene attaccata almeno una stazione di servizio e nei mesi scorsi sono stati assassinati due tassisti. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 25.09.2015)

Brasile/ Lingue in estinzione. Ben 178 sulle 420 minacciate sono nell’area amazzonica: urgono interventi. In Sudamerica…circa 10 milioni di persone usano idiomi diversi da quelli della colonizzazione, cioè spagnolo e portoghese. … senza interventi specifici intere culture potrebbero sparire nel giro di pochi anni.  Tra gli idiomi ormai usati da meno di 40 persone: il parajuano in Venezuela, l’iquito in Perù, l’arua in Brasile, il leco in Bolivia…  in Patagoni, le persone che conoscono il tehuelche si contano sulle dita di una mano. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 25.09.2015)

Messico/ La fine del monopolio petrolifero. Con una decisione storica, che rompe decenni di monopolio pubblico, il Messico ha firmato i due primi contratti di esplorazione petrolifera in consorzio con società private nei campi offshore del Golfo. I nuovi arrivati sono Talos Energy (Usa), Premier Oil (Gb) e la messicana Sierra Oil and Gas. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 25.09.2015)

Messico/ La fine del monopolio petrolifero.  Con una decisione storica, che rompe decenni di monopolio pubblico, il Messico ha firmato i due primi contratti di esplorazione petrolifera in consorzio con società private nei campi offshore del Golfo. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 25.09.2015)

America Latina. Le vene scoperte dell’America Latina. Fine di un ciclo? La crescita dei governi progressisti sembra arrestarsi e in alcuni casi si rischia il fallimento. Il sub-continente scopre la forza di Jorge Bergoglio. Le vene dell’America Latina rischiano di chiudersi. Almeno a giudicare dal dibattito sulla “fine del ciclo progressista, quello dei governi di sinistra e popolari.  Il miglioramento delle condizioni di vita delle classi popolari è stato spettacolare: in alcuni casi la povertà è stata più che dimezzata. Brasile, Bolivia, Ecuador, Venezuela, Argentina (Il fatto quotidiano, Salvatore Cannavò, 28 settembre 2015)

Messico/ Cercando la verità. Chilpancingo, Messico, 22 settembre 2015. Scontri tra la polizia e un gruppo di studenti della scuola normale rurale di Ayotzinapa, la stesse frequentata dai 43 ragazzi scomparsi a Iguala un anno fa, nella notte ìfra il 26 e il 27 settembre 2014. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Cuba/Arriva Francesco. Holguin, Cuba, 21 settembre. A Holguin, nel sud di Cuba, aspettando il passaggio del papa. Durante la sua visita sull’isola, Bergoglio ha incontrato il presidente cubano Raul Castro e l’ex lider maximo Fidel. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Ecuador/ Le tendenze autoritarie di Rafael Correa. Il presidente ecuadoriano vuole modificare la costituzione per restare al potere. Ed è criticato anche dai suoi elettori. Il 16 settembre il leader indigeno Carlos Perez Guartambel ha manifestato a Quito, capitale dell’Ecuador, a fianco di operai, movimenti femministi, attivisti per l’ambiente, intellettuali di sinistra e di destra. Sono scesi tutti in piazza contro il presidente Rafael Correa. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Argentina/ L’economia secondo Scioli. Il 21 settembre Daniel Scioli, governatore della provincia di Buenos Aires e candidato del governo alle elezioni presidenziali del 25 ottobre, ha presentato il suo programma per l’economia. Tra gli obiettivi di Scioli, che i sondaggi danno come favorito sull’avversario conservatore Mauricio Macri, ci sono la “riduzione dell’inflazione e del lavoro informale”. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Colombia/Venezuela, I presidenti dei due paesi, Juan Manuel Santos e Nicolas Maduro, ha raggiunto il 21 settembre un accordo a Quito, Ecuador, per mettere fine gradualmente alla crisi di frontiera. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Brasile. Il 21 settembre l’ex tesoriere del Partito dei Lavoratori (Pt), Joao Vaccari, è stato condannato a 15 anni di prigione per  lo scandalo Petrobras. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Brasile/ Le promesse mancate del petrolio brasiliano. La scoperta di giacimenti di greggio al largo di Rio de Janeiro nel 2006 non ha portato la ricchezza sperata, anche a causa della corruzione. … Per Itaboraì, un centro urbano di duecentomila persone che fino a poco tempo fa era solo una delle tante città dormitorio intorno a Rio de Janeiro, i 72 milioni di euro spesi per… (Internazionale,  da El Pais semanal, H. Araujo e A. Veciana, 25 settembre 2015)

Cuba/ Fernando Funes Monzote. Rivoluzione verde. Ha lasciato la carriera accademica per fondare la prima azienda biologica di Cuba. Con la fine dell’embargo spera che i suoi metodi possano offrire un’alternativa all’agricoltura industriale. Come tutte le storie di pionieri, quella di Funes comincia con una battaglia epica contro gli elementi e le probabilità… Oggi Funes, 44 anni, è uno dei personaggi più ricercati nei circoli culinari cubani.  … fornisce prodotti biologici ai più famosi paladares, i ristoranti gestiti da privati che stanno cancellando la pessima reputazione della ristorazione cubana. Funes coltiva più di sessanta varietà di ortaggi, frutta ed erbe. (Internazionale, 25 settembre 2015)

Messico/ Gli orfani del narcotraffico. Nel suo ultimo libro,  Huerfanos del narco, Javier Valdez Cardenas racconta la violenza concentrandosi sull’infanzia.

Messico. Carriera di un Chapo. Dov’è finito? Dopo la fuga dalla doccia Joaquin Guzman Loera è di nuovo introvabile. Come fa il figlio di un contadino analfabeta a diventare il pericolo pubblico n.1 del mondo? Storia di un uomo spietato, cresciuto dentro la malavita messicana, come in un film (Il Venerdì, Maurizio Chierici, 25 settembre 2015)

Escribe tu comentario!