Ravenna JAZZ 2020: dal 30 giugno al 14 novembre

Ravenna Jazz 2020 “Reloaded”: la quarantasettesima edizione dello storico festival ravennate torna a proporsi in versione letteralmente “ricaricata” -post-Covid. Stesso numero di serate a quelle annullate per emergenza pandemia ma distribuite nel corso di vari mesi: dal 30 giugno al 14 novembre 2020.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, Bolivia, Brasile, Colombia, Cuba, Guatemala, Messico, musica, Perù, Son

America Latina … in rassegna (9/09/2015)

8. settembre 2015 – 23:56No Comment
America Latina … in rassegna (9/09/2015)

Le notizie latinoamericane di questa settimana parlano soprattutto di Venezuela e Colombia, ma anche di Brasile, Guatemala, Argentina, Messico, Uruguay, Cuba, Honduras, Bolivia e Perù.

Colombia/ L’intreccio dei gemelli. Due coppie di gemelli colombiani sono state mescolate per sbaglio alla nascita. Venticinque anni dopo i ragazzi hanno scoperto l’errore. La loro storia incredibile può aiutare a capire meglio l’interazione tra i geni e l’ambiente. “Non m’interessa di loro. Sei mio fratello, e resterai mio fratello fino alla morte”. (Internazionale, 4 settembre 2015)

Colombia/ Cuba. Quando l’Fbi di Hoover spiava Márquez perché “troppo amico di Cuba”. Manhattan, 1961. L’allora trentatreenne Gabriel Garcia Márquez era appena arrivato in città, con moglie e figlio al seguito. Ma non sapeva che l’Fbi lo stava tenendo d’occhio… Una sorveglianza durata 24 anni. (La Repubblica, Gianluca Modolo, 8 settembre 2015)

Venezuela/ Alta tensione tra Bogotá e Caracas. Dopo la decisione del Venezuela di chiudere la frontiera, centinaia di colombiani sono stati rimpatriati con la forza… A San Antonio del Táchira, in Venezuela, centinaia di colombiani attraversano il fiume di notte e all’alba per rientrare in Colombia: l’acqua gli arriva fino alle cosce e sulle spalle portano televisori, frigoriferi e altri oggetti. (Internazionale, 4 settembre 2015)

Colombia/ Confini. Fa rabbia vedere migliaia di connazionali lasciarsi alle spalle progetti di vita e una casa demolita dai bulldozer. Così come mi fanno rabbia i massacri compiuti dai paramilitari colombiani nel Catatumbo  (nordest) e le oltre 13mila persone uccise nella regione tra il 1997 e il 2005. (Alfredo Molano, El Espectador – Colombia /Internazionale, 4 settembre 2015)

Guatemala/ Perez Molina in tribunale. Il primo settembre il parlamento ha approvato la sospensione dell’impunità al presidente Otto Perez Molina, accusato di corruzione e di appartenere a un’organizzazione colpevole di realti contro il fisco alla dogana.  La vicepresidente Roxana Baldetti è stata arrestata il 21 agosto con le stesse accuse. (Internazionale, 4/10 settembre 2015)

Argentina/ La nipote numero 117. Estela de Carlotto, presidente dell’organizzazione Abuelas de plaza de Mayo, ha annunciato il 1 settembre il ritrovamento della 117° figlia dei desaparecidos…La donna si è sottoposta all’esame del dna, ma non ha ancora incontrato la famiglia biologica. (Internazionale, 4/10 settembre 2015)

Messico/ Gli insuccessi di Peña Nieto. Mentre il presidente del Messico Enrique Peña Nieto presenta il suo terzo rapporto di governo e di metà mandato, Proceso fa un bilancio della sua amministrazione. Il giudizio è negativo in tutti in settori. (Internazionale, 4 settembre 2015)

Venezuela/ Diciassette persone sono morte il 31 agosto nell’incendio divampato in una prigione nello stato di Carabobo, nel nord del paese.

Colombia/Cuba. Benedizione negoziale. Nuove trattative Stato-Farc prima della visita papale. E c’è chi aspetta una parola. La possibilità che papa Francesco possa mediare con successo tra le parti… fa ben sperare chi vede analogie tra la pace Stati Uniti-Cuba e quello ancora da siglare tra il governo colombiano e la guerriglia delle Farc. (Sette| Latinos, Rocco Cotroneo, 4 settembre 2015)

Uruguay/ Un tablet per la terza età. Per combattere il digital divide (l’esclusione dalle tecnologie) della sua popolazione più anziana, l’Uruguay ha iniziato un programma governativo di distribuzione di tablet. I primi 30mila esemplari verranno consegnati entro fine settembre… ma l’obiettivo è che si arrivi a 350mila nei prossimi cinque anni. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 4.09.2015)

Argentina/ La corsa al nome di Fangio. Il corpo del leggendario campione di Formula 1 Juan Manuel Fangio  è stato esumato nei giorni scorsi in Argentina per risolvere due casi di presunta paternità non riconosciuta… due uomini di oltre 70 ann ..dichiarano di essere figli naturali di Fangio. (Sette| latinos di Rocco Cotroneo, 4.09.2015)

Messico/ La prima condanna per il reato di “sparizione forzata”. Per la prima volta in Messico un militare è stato condannato per il reato di sparizione forzata, una piaga assai diffusa nel Paese. Un giudice dello Stato di Nuevo Leon ha emesso una  sentenza di 31 anni di prigione contro il sottotenente Danny Hernandez per un caso del 2012… Si stimano oltre 23.000 le persone delle quali non si sa più nulla. (Sette| Latinos, Rocco Cotroneo, 4. 09.2015)

Sudamerica/ Il Sudamerica ha il record di omicidi contro gli attivisti.  2014 di sangue: 29 difensori dell’ambiente uccisi in Brasile, 25 in Colombia e 9 in Perù. Ma c’è un’indigena che… Nel mondo sono stati uccisi 116 attivisti difensori dell’ambiente. Dei 116 omicidi… (Il Venerdì, 4 settembre 2015, Daniele Castellani Perelli)

Honduras/…  in tema di omicidi nell’ambientalismo il paese più pericoloso al mondo si trova in Centroamerica, è l’Honduras: 111 morti registrati nel 2002. Da questo Paese arriva però il vincitore del Goldman Environmental Prize 2014. Si chiama Berta Caceres, si batte per i diritti degli indigeni ed è nota per aver sfidato ricchi proprietari terrieri (Il Venerdì, 4 settembre 2015, Daniele Castellani Perelli)

Brasile/ Le Olimpiadi? In brutte acque. Il malore che durante un test nella baia di Guanabara ha mandato in ospedale il windsurfer nordcoreano Wonwoo Cho fa sospettare che le acque delle Olimpiadi di Rio 2016… siano ancora fortemente contaminate.

Sudamerica/ Il mio viaggio nelle librerie dove il mondo si rappresenta. Dal Sudamerica agli Stati Uniti, dalla Francia all’Italia il libro-reportage di Jorge Carrion nei luoghi in cui non si è perso il senso della lettura. (La Repubblica, 5 settembre, Jorge Carrion)

Bolivia / La Paz fa la pace con Washington. Dopo Cuba, anche la Bolivia vuole tornare a stringere buone relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti. Lo ha affermato il presidente Evo Morales.

Colombia/ La Colombia ha un altro Escobar. Più sanguinario. Massacri, rapimenti, omicidi: il narcos Otoniel, è la nuova spina nel fianco del presidente…il governo colombiano sta dando la caccia a Dario Antonio Usuga, alias Otoniel, uno dei narcotrafficanti più ricercati al mondo su cui pende una taglia di cinque milioni di dollari degli Stati Uniti . (La Repubblica, Gabriella Saba, 28.08.2015)

Perù/  Nella foresta dove viene conservato il seme della vita. Due mondi opposti si osservano, in attesa di una doppia alba. Benvenuti nella terra degli Incas, in Perù, che oggi custodisce la più grande biodiversità della Terra. Qui vivono popoli primitivi, ma gli uccelli si attirano con la app. Le specie di insetti sono milioni, i turisti non più di tremila all’anno. Eppure, tra cannibali e serpenti velenosi, il pericolo sono trafficanti e deforestazione (Sette| Rocco Cotroneo, 28.08.2015)

Argentina/ Chichita Calvino, la donna imprendibile. La vedova del grande scrittore vive in un appartamento nel centro di Roma. Non vuole apparire, non vuole essere intervistata. Storia di un’opera d’arte vivente che ha attraversato la cultura del Novecento. (Il Venerdì, 28 agosto 2015, Francesca Serra)

Escribe tu comentario!