GIOVANNI GUIDI Digital Tour on Crossoroads

Parte dal festival Crossroads il Digital Tour del pianista Giovanni Guidi. L’appuntamento è per venerdì 27 marzo alle ore 18:30, quando l’esibizione in piano solo di Giovanni Guidi sarà fruibile in diretta dalla pagina facebook di Crossroads, il festival itinerante organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, attualità, Brasile, Caraibi, Cile, Costa Rica, Cuba, cultura e tradizioni, Giamaica, Guatemala, Guiana, haiti, Honduras, Messico, Perù, Salvador, Suriname, Venezuela

America Latina … in rassegna (25.11.2015)

25. novembre 2015 – 00:05No Comment
America Latina … in rassegna (25.11.2015)

Le notizie latinoamericane selezionate questa settimana parlano di Centro America, El Salvador, Honduras, Guatemala, Nicaragua, Costa Rica, Argentina, Brasile, Cile, Isola di Pasqua, Perù, Cuba, Messico, Venezuela, Suriname e Guyana.

Centro America/ Le maras terrorizzano il Centro America. Un esercito di oltre 70mila giovani  combattivi e spietati controlla il traffico di droga, gestisce attività criminose, controlla interi quartieri. Molti giovani muoiono nello scontro con le forze di polizia o l’esercito. Il fenomeno è presente soprattutto in El Salvador, Honduras e Guatemala. (Sette| Andrea Riccardi, 20.11.2015)

Cuba/Record di arrivi in USA. Come era da aspettarsi, nell’anno della normalizzazione dei rapporti tra i due Paesi è record sul numero dei cubani arrivati negli Stati Uniti. A fine settembre erano 43.000, con un aumento del 77 per cento rispetto all’anno precedente. La grande maggioranza è arrivata passando attraverso il Messico, 10 mila sbarcando a Miami, oltre 4mila intercettati dalla guardia costiera nello stretto dello Florida. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 20.11.2015)

Messico/ I galli provocano una strage. Come se non bastassero le violenze provocate dal narcotraffico e dalle forze di polizia, il Messico scopre ora che persino un combattimento tra galli è in grado di provocare una strage. Qualche giorno fa ben dodici persone sono morte nello stato di Guerrero, a causa di una rissa scoppiata in un cosiddetto palenque, il luogo dove si svolge di nascosto l’attività, illegale da molti anni. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 20.11.2015)

Perù/ Sta per sbocciare una delle più grandi riserve naturali del mondo. Il Parco Sierra del Divisor, presentato dal presidente Ollanta Humala con una cerimonia in un villaggio della regione occupa 1,3 milioni di ettari in una fascia che arriva alle frontiere con Bolivia e Brasile. L’area protetta comprende 21 comunità indigene e altri 42 insediamenti. (Sette| Latinos, 20.11.2015)

Brasile/ Allarme microcefalia. …per una improvvisazione esplosione di casi di microcefalia, una malformazione dei bambini che nascono con un cranio più piccolo della norma e può portare facilmente alla morte….l’epicentro è nello stato del Pernambuco con ben 141 casi negli ultimi quattro mesi.  Si ipotizza che una causa  sia di tipo ambientale, come sostanze chimiche, radiazioni o infezione causate da batteri o virus. (Sette| Latinos, 20.11.2015)

Brasile/I passi indietro del Brasile sull’aborto. Da settimane le donne brasiliane manifestano contro un progetto di legge, in discussione alla camera, che limita l’accesso all’interruzione di gravidanza in caso di stupro. 15 mila persone, in maggioranza donne, sono scese nelle strade di San Paolo e in diverse città del Paese.  Alle manifestazioni hanno dedicato la copertina due settimanali brasiliani: Epoca e Istoè(Internazionale, 20.11.2015)

Argentina/ Il 22 novembre Mauricio Macri (conservatore) ha sconfitto il candidato governativo alle elezioni presidenziali.

Brasile/ Il 16 novembre l’azienda mineraria Samarco si  è impegnata a pagare 260 milioni di dollari per i danni provocati dalla rottura di due dighe in una miniera nel Minais Gerais. (Internazionale, 20.11.2015)

Venezuela/ Le accuse di Cabello. Il 16 novembre il presidente dell’assemblea nazionale, Diosdado Cabello, ha accusato gli Stati Uniti di aver sequestrato i nipoti di Cilia Flores, moglie del presidente Nicolas Maduro. Antonio Campos Flores e Franqui Francisco Flores erano stati arrestati ad Haiti l’11 novembre dagli agenti della Drug enforcement administration… notizie che richiamano l’attenzione degli elettori venezuelani sulla corruzione del governo, legami con il narcotraffico… (Internazionale, 20.11.2015)

Nicaragua/Costa Rica. Tensione al confine. Il 15 novembre il governo del Nicaragua ha vietato l’accesso nel paese a migliaia di migranti cubani provenienti dalla Costa Rica. Erano diretti in Messico e da lì volevano raggiungere gli Stati Uniti via terra. Il presidente Daniel Ortega ha accusato San José di aver violato la sovranità nazionale del Nicaragua e ha inviato l’esercito alla frontiera per fermare i migranti…. Managua “usa politicamente” i cubani. (Internazionale, 20.11.2015)

Cile/Guardiani dell’oceano. Gli abitanti dell’isola di Pasqua si sono uniti per combattere la pesca illegale e hanno chiesto al governo cileno di creare una riserva marina. Il 5 ottobre la loro domando è stata accolta….per catturare tre tonni Pakarati ha usato il metodo tradizionale dell’isola: ha legato a una lenza lunga ottanta metri una pietra con l’esca e l’amo, e l’ha lanciata in mare….L’isola di Pasqua appartiene al Cile, ma da un punto di vista geografico è in Polinesia.  Ci vivono in modo stabile 5.600 persone, di cui 2.600 indigeni rapanui. (Internazionale, 20.11.2015)

Suriname/Guyana Francese. Il profumo della libertà. Nel Suriname e nella Guyana Francese vivono i bushinengue, discendenti degli schiavi che nel settecento fuggirono dalle piantagioni per rifugiarsi nella foresta. Reportage di Nicola LoCalzo.  Il termine cimarrone (dallo spagnolo cimarron) indica gli schiavi africani fuggiti nei secoli scorsi dalle piantagioni dei colonizzatori europei nel continente americano, per esempio in Louisiana, Giamaica, Cuba, Haiti, Colombia, Brasile, Guyana e Suriname….la loro storia è ancora poco conosciuta. (Internazionale. 20.11.2015)

Perù/ Fujimori a processo per le indigene povere sterilizzate a forza. Negli anni Novanta, 270 mila interventi realizzati con ricatti, minacce o in cambio di cibo. La  Corte si riunisce a Lima, in Perù, entro febbraio. Il dottor Rogelio Del Carmen lavorava come anestesista nel centro de Salud Materno Infantil de Castilla quando, il 2 luglio 1997, si vide recapitare un insolito ordine di servizio… dell’ex presidente Alberto Fujimori. Obiettivo: sterilizzare oltre 270 mila donne  (Il Venerdì, Gabriella Saba, 20.11.2015)

Escribe tu comentario!