MUSICA JAZZ: Francisco Mela da Bayamo

Una delle numerose interviste di MUSICA JAZZ di febbraio 2020 è dedicata al batterista FRANCISCO MELA, cubano, nato a Bayamo ma cresciuto artisticamente tra Santiago de Cuba e L’Avana. E proprio nella capitale fu l’ultimo batterista del fantastico pianista Emiliano Salvador, che scomparve prematuramente nel 1992

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Bolivia, Brasile, Colombia, Messico, Nicaragua, Perù, Salvador, Suriname, Venezuela

America latina …in rassegna (19.01.2016)

18. gennaio 2016 – 23:58No Comment
America latina …in rassegna (19.01.2016)

Nelle notizie latinoamericane di questo numero si parla soprattutto di Bolivia, con il trionfo di Evo Morales (foto) nella lotta alla malnutrizione infantile, poi di Colombia, Brasile, Perù, Venezuela, Messico, Salvador e Nicaragua.

Bolivia/ Il trionfo di Morales nella lotta alla malnutrizione infantile. In solo otto anni la Bolivia ha dimezzato gli indici di malnutrizione infantile dal 23.2 al 12 per cento dei bambini. Lo ha riconosciuto l’Oms in una cerimonia a La Paz alla presenza di Evo Morales. Gli esperti sostengono che le politiche adottate dalla Bolivia sono esemplari e possono fungere da esempio per altri Paesi del mondo. (Sette| Latinos, Rocco Cotroneo, 15.01.2016)

Colombia/ L’”infermiere” che praticava aborti nella foresta per ordine della guerriglia…il suo nome è Hector Arboleda, …l’uomo è ora sotto processo, accusato di aver praticato centinaia di aborti forzati nella foresta amazzonica per ordine delle Farc su donne e ragazze rimaste incinte. Fuggito in Spagna anni fa, Arboleda è stato arrestato a Madrid e poi rimesso in libertà condizionata, in attesa delle decisioni della giustizia colombiana. (Sette| Latinos, 15.01.2016)

Brasile/ La quadratura dei taxi. Dopo le proteste per Uber, a San Paolo parte la liberalizzazione ma con un registro. Nessuna libertà totale di taxi, ma nemmeno divieti per le alternative via Internet. …il Comune ha approvato una legge che obbliga le imprese che vogliono offrire servizi di taxi ad avere una sede legale nella città, e ad iscrivere i propri autisti in un registro ufficiale. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 18.01.2016)

Perù/ Quelle patate così marziane. Se le patate, base della alimentazione andina, riescono a crescere del deserto di Pampas de la Joya, in Perù, allora ci sono buone possibilità che si riesca in futuro a dar da mangiare prodotti freschi ai futuri abitanti di Marte. Un esperimento congiunto della Nasa e dal peruviano Cip (Cento internazionale della patata) cercherà di capire fino a che condizioni estreme si potranno coltivare i preziosi tuberi, nell’ipotesi di una colonizzazione umana del pianeta rosso. (Sette| Latinos di Rocco Cotroneo, 15.01.2016)

Venezuela/Rispettare il voto dei venezuelani. L’11 gennaio, una settimana dopo l’insediamento del nuovo parlamento venezuelano – controllato dalla coalizione d’opposizione Mesa de Unidad democratica (Mud) – la corte suprema ha annunciato che tutti i provvedimenti dell’assemblea, tra cui la legge di amnistia di cui potrebbero beneficiare circa cinquemila esuli e prigionieri politici, saranno considerati nulli…. Tre deputati dell’opposizione sono accusati di aver comprato voti. L’opposizione sostiene il contrario.

Messico/Il narcotraffico non finirà con l’arresto del Chapo. A luglio il capo del cartelli di Sinaloa era scappato da una prigione di massima sicurezza. Ora è di nuovo in carcere, ma la violenza in Messico non diminuirà. L’arresto del capo del cartello di Sinaloa, Joaquin Guzman Loera detto El Chapo, avvenuto l’8 di gennaio, segna un momento fondamentale per il Messico e per il narcotraffico. (Internazionale, 15.01.2016)

Colombia/ Economia in difficoltà. “il 2016 non è cominciato bene per l’economia colombiana e nel paese c’è una sensazione diffusa di pessimismo”, scrive Semana. La prima cattiva notizia è che l’inflazione ha superto il 6 per cento.  I colombiani sanno che questo farà salire i prezzi e… vanificherà l’aumento del salario minimo stabilito dal governo alla fine di dicembre. (Internazionale, 15.01.2016)

Venezuela/ La paralisi del parlamento. “lo scontro tra il governo guidato da Nicolas Maduro e la nuova assemblea nazionale controllata dall’opposizione peggiora di giorno in giorno”, scrive l’Economist. E’ la prima volta in diciassette anni che il centrodestra ha la maggioranza in parlamento. (Internazionale, 15.01.2016)

Brasile/ Il 12 gennaio decine di persone sono rimaste ferite negli scontri con la polizia scoppiati durante una manifestazione a Sao Paulo contro l’aumento del prezzo del biglietto dei trasporti pubblici. (Internazionale, 15.01.2016)

Nicaragua/ Viaggi. Il Nicaragua al naturale. Da Managua a Boca de Sabalos, dormendo nei gungalow della foresta tropicale di Indio Maiz e navigando il fiume San Juan. (Internazionale, 15.01.2016)

Suriname/ Il passato rimosso. Dopo quarant’anni d’indipendenza dai Paesi Bassi, il Suriname sembra voler dimenticare il periodo in cui era una colonia. Una storia di violenza e sfruttamento regolarmente insabbiata. Il Suriname ha 540 mila abitanti, indipendente dai Paesi Bassi dal 26 novembre 1975. Al potere c’è il dittatore Dési Bouterse. (Internazionale, 8.01.2016)

El Salvador/ Inferno delle gang. Le gang si sono spartite il territorio. 600 mila fiancheggiatori un decimo della popolazione. La “supermano dura” del governo ha innescato una carneficina: una media di 20 morti al giorno.  L’esercito ha licenza di uccidere, le ragazze che si prostituiscono sono sempre più giovani. (Il Venerdì, 8.01.2016)

Escribe tu comentario!