BOLOGNA JAZZ FESTIVAL: 30 ottobre/15 novembre 2020

Bologna Jazz Festival (30 ottobre/15 novembre 2020), edizione dei ricordi e delle celebrazioni: una ricorrenza storica imprescindibile (il centenario della nascita di Charlie Parker affidato a una trinità di sax: Francesco Cafiso, Mattia Cigalini, Jesse Davis); il sentito saluto a Steve Grossman, figura imponente della storia jazzistica di Bologna; il progetto monografico di Paolo Fresu su David Bowie.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » live jazz, musica, Samba Bossanova

Brasile: Jaques Morelenbaum Cello Samba Trio, Gallery

15. marzo 2016 – 02:20No Comment
Brasile: Jaques Morelenbaum Cello Samba Trio, Gallery

14 marzo 2016. Uno spettacolo nello spettacolo è stato il concerto dello straordinario Cello Samba Trio diretto dal violoncellista-compositore carioca Jaques Morelenbaum in una cornice stupenda come quella del Teatro Goldoni di Bagnacavallo (RA), che per la prima volta è entrato nel cartellone itinerante  di CROSSROADS – JAZZ E ALTRO IN EMILIA ROMAGNA. (Foto del concerto)

I tre musicisti, che hanno presentato gran parte del loro ultimo album “Saudade do Futuro Futuro da Saudade” (Sudmusic) si sono espressi a livelli altissimi, perfetti negli incastri, strepitosi negli assoli brevi ma intensi, limpidissimi nelle esecuzioni. Le sopraffine abilità di Jaques di affrontare con estrema facilità partiture complesse sono note a tutti i jazzofili, ma la vera sorpresa, oltre al magico chitarrista Lula Galvão, è stato il batterista-percussionista Rafael Barata il quale ha mostrato una capacità strabiliante nel sintetizzare con un set percussivo ridotto una miriade di pattern ritmici e colori della ricca tradizione brasiliana, non solo del samba e della bossa nova tanto per intenderci. E alla fine il numeroso pubblico ha tributato grandissimi applausi al magico trio di Morelenbaum, che ha concesso due ritmatissimi bis tra cui Fla x Flu. Una serata musicale coi fiocchi con omaggi ai grandi maestri della MPB come Tom Jobim, Caetano Veloso, Gilberto Gil, João Donato, per citarne alcuni, in un teatro delizioso che meritava di essere scoperto da tanti, anche da chi scrive. Teatro che va ad arricchire la lunga lista di quelli sparsi nella Regione (dei veri tesori d’arte) che Crossroads ci fa visitare ogni anno ascoltando jazz in compagnia di musicisti provenienti da tutto il mondo!!!. Peccato che questo straordinario festival itinerante, unico nel Pianeta per formula e contenuti, sia snobbato dalla Rai regionale e anche da altre emittenti televisive del territorio. Occasioni mancate per valorizzare luoghi della nostra cultura (in gran parte sconosciuti al grande pubblico), conoscere forme espressive come il jazz, le nuove tendenze di questo linguaggio, le contaminazioni con latin, tango, samba, world, ecc. grazie ad artisti di fama mondiale invitati a due passi da casa nostra. (Gian Franco Grilli)

Escribe tu comentario!