Books Colombia: Una poesia in tasca di H.A. Faciolince

Il 25 agosto 1987, a Medellín alle sei del pomeriggio Héctor Abad Gómez, medico, professore universitario, attivista per i diritti umani, viene ucciso a colpi di pistola in Calle Argentina. La famiglia lo trova riverso sul selciato. Suo figlio, Héctor Abad Faciolince, gli fruga nelle tasche e trova un foglietto con una una poesia su morte e oblio scritta a mano dal padre e siglata da tre iniziali: J. L. B., che per lui significarono senza indugi Jorge Luis Borges. Ma il mistero viene svelato dal “detective” Abad nel giallo, fresco di stampa: Una poesia in tasca (Lindau)

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » live jazz, musica

Crossroads/Imola: Paolo Fresu 5et

19. aprile 2017 – 22:45No Comment
Crossroads/Imola: Paolo Fresu 5et

Crossroads arriva a Imola (BO) con due concerti che vedranno salire sul palco i tre più famosi trombettisti del jazz nazionale. Sarà Paolo Fresu il protagonista del primo appuntamento imolese di Crossroads 2017, che si terrà al Teatro Ebe Stignani venerdì 21 aprile (inizio  ore 21:15): per questa occasione il trombettista sardo si esibirà con il suo longevo quintetto. Questa formazione annovera Tino Tracanna al sax tenore e soprano, Roberto Cipelli al pianoforte e Fender Rhodes, Attilio Zanchi al contrabbasso ed Ettore Fioravanti alla batteria.

Il giro di trombe si completerà poi con Fabrizio Bosso ed Enrico Rava, assieme sul palco il 27 aprile. I concerti sono realizzati in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Imola e il Combo Jazz Club di Imola, nonché grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Biglietti: intero euro 20, ridotto 16.

Il quintetto di Paolo Fresu nasce nel 1984 per volontà di Fresu e Roberto Cipelli. Dopo alcuni assestamenti, assume l’attuale fisionomia nel 1985 con la registrazione di Ostinato per la Splasc(h) Records, imponendosi poi come una delle band di punta del jazz italiano con il disco Inner Voices (del 1986, assieme a David Liebman). Da allora il gruppo ha svolto un’intensa attività concertistica e discografica oltre che didattica.

Nel 1990 il quintetto vince il premio Top Jazz del mensile Musica Jazz come migliore formazione jazz italiana e per il miglior disco (Live in Montpellier), ritornando poi ripetutamente ai primi posti con le successive uscite discografiche e imponendosi come miglior gruppo anche nel 1991.

Nella successiva produzione del quintetto spiccano il disco Night on the City inciso per la francese Owl (che nel 1995 ha vinto il premio Choc della rivista francese Jazzman e ha fatto guadagnare a Fresu i premi dell’Academie du Jazz di Parigi e il prestigioso Django d’Or come miglior musicista jazz europeo) e i festeggiamenti per i primi 20 anni di attività, con una serie di cinque Cd per la Blue Note usciti tra il 2005 e il 2007.

Le più recenti registrazioni di Fresu con questo organico risalgono al 2010 (Songlines / Night & Blue) ma l’attività live riporta periodicamente sul palco quella che è a tutti gli effetti una delle formazioni più rappresentative del jazz italiano, oltre che una delle più longeve.

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656,

Escribe tu comentario!