Latin Jazz, periferico al BJF

Diciamolo subito: il programma del Bologna Jazz Festival ha riservato un po’ di spazio alle sonorità latin e al jazz en clave, ma soprattutto periferico e non perchè il concerto di Horacio El Negro si è tenuto a Budrio, in provincia. Qualcuno certamente dissentirà richiamando in causa la presenza di una sezione latin nella Chick Corea-Steve Gadd Band, ma su questo potremmo aprire una lunga parentesi perchè è un’altra storia.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » live jazz, musica

Crossroads/Correggio: Balke/DiCastri/Girotto/Gatto

23. maggio 2017 – 13:38No Comment
Crossroads/Correggio: Balke/DiCastri/Girotto/Gatto

Una all stars internazionale che più reale non si può (con Javier Girotto ai sax, Jon Balke al pianoforte e l’elettronica, Furio di Castri (foto) al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria alle prese con musiche per film che sono invece piuttosto immaginari: è “Unshot Movies”, il concerto che si ascolterà giovedì 25 maggio, ore 21 al Teatro Asioli di Correggio (RE) per Crossroads.

 

Una all stars che sembra messa assieme per una partita di fanta-jazz. Eppure è tutto più che reale: quattro musicisti dotati di una carica di estroversa fantasia, chi più chi meno fuori dagli schemi del mainstream, chi più chi meno legato ai suoni etnici piuttosto che a quelli tecnologici.

A tenere un po’ le fila del quartetto c’è Furio di Castri, uno dei contrabbassisti più eclettici della scena italiana. Nato a Milano nel 1955, dai primi anni Ottanta si trova al fianco dei più importanti jazzisti nazionali: Enrico Rava, Paolo Fresu, Massimo Urbani, Antonello Salis… In anni recenti ha riscosso un notevole successo con “Uomini in frac”, progetto creato assieme a Peppe Servillo. Non meno brillante la sua attività internazionale (con Kenny Wheeler, Paul Bley, Michel Petrucciani, John Taylor, Aldo Romano, Richard Galliano, Joe Lovano, Chet Baker, Joe Henderson…).

Jon Balke (anche lui classe 1955) è una delle figure chiave del jazz norvegese: ne è la prova la sua ricca discografia su ECM, sia da solista che come leader di formazioni quali la Magnetic North Orchestra, il gruppo percussivo Batagraf e il trio JøKleBa.

Javier Girotto, nato a Cordoba nel 1965, è l’anima melodica ed esotica del gruppo. Formatosi tra la natìa Argentina e gli Stati Uniti, si è trasferito in Italia all’inizio degli anni Novanta, portando sulla nostra scena musicale la sua personalissima pronuncia, che salda jazz e sonorità latino-americane in un arco dalle imprevedibili vibrazioni.

Roberto Gatto, classe 1958, ha stabilito sin dalla metà degli anni Settanta, e continua a farlo tutt’oggi, il canone della batteria jazz italiana: membro di gruppi fondamentali del jazz nazionale come il Trio di Roma, prima scelta per i nostri principali solisti, oggi è anche un leader affermato, pronto a cimentarsi con situazioni che si allontanano dai canoni mainstream.

 

 

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656,

Escribe tu comentario!