Suite Habana: Viaggio a Cuba

9-21 novembre 2017. Cuba, la fabbrica della bellezza: viaggio con lo scrittore Carlo Grande. Cuba: dolce come un daiquiri, intensa e aromatica come il sapore di un sigaro, ipnotica come la musica e il mare dei Caraibi. All’Avana, a Trinitad, a Cienfuegos e a Santiago de Cuba sono passate la storia, la grande politica e la letteratura, da Fidel e il “Che” a Ernest Hemingway e Graham Greene.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » live jazz, musica

Ravenna Jazz: NICO GORI & SWING 10tet

11. maggio 2017 – 23:20No Comment
Ravenna Jazz: NICO GORI & SWING 10tet

NICO GORI & SWING 10tet + special guest Ernesto Tacco in Dancing Swing Party al Teatro Socjale di Piangipane (RA), venerdì 12 maggio, ore 21:30,  un nuovo appuntamento della programmazione di “Ravenna 44° Jazz Club”. Protagonista del concerto sarà il clarinettista Nico Gori col suo Swing 10tet che avrà uno special guest, il ballerino di tip tap Ernesto Tacco. Alle 18:30, Cabiria Wine Bar, Giacomo Toni “Piano Punk Cabaret”.

 

Sarà difficile rimanere seduti ascoltando questa piccola orchestra lanciata in un repertorio di swing ballabile.

Nel pomeriggio (alle ore 18:30 presso il Cabiria wine bar, ingresso gratuito) ci sarà il ritorno di un ospite ormai abituale dei concerti Aperitifs di Ravenna Jazz, il pianista e cantante Giacomo Toni col suo irresistibile “Piano Punk Cabaret”.

Ravenna Jazz è organizzato da Jazz Network con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura del Comune di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Nico Gori, fiorentino classe 1975, ha collaborato con musicisti jazz di grande fama, quali Fred Hersch, Lee Konitz, Enrico Rava, Antonello Salis, Gianluca Petrella, Roberto Gatto, ma anche con cantanti pop quali Anna Oxa, Fabio Concato, Gino Paoli e i Dirotta su Cuba. Nella sua carriera Gori ha frequentato la musica classica, il funk e l’acid jazz, ma è sicuramente nell’ambito jazzistico che ha saputo meglio distinguersi come solista. Tra i suoi exploit più recenti ci sono le collaborazioni con Stefano Bollani (nei gruppi Carioca e I Visionari oltre che in varie registrazioni discografiche), Tom Harrell e la Vienna Art Orchestra.

Con il suo Swing 10tet, Gori celebra i fasti dello swing e del jazz da ballo, con Benny Goodman e Count Basie come punti di riferimento. Il repertorio è infatti quello delle big band tra anni Trenta e Quaranta, con l’aggiunta anche di brani originali. Con un organico leggermente snellito rispetto a una big band al completo, Gori riesce comunque a ricreare il sound di un’epoca, facendone rivivere il travolgente legame tra musica, ballo e senso dello spettacolo. Sul palco infatti, oltre a nove strumentisti e due cantanti, salirà anche un ballerino di tip-tap.

 

Giacomo Toni è un’anima punk incastonata nelle vesti di un cantautore. Le storie che mette in musica saltano qua e là sui tasti del pianoforte e scivolano lentamente, come sigarette spente sull’asfalto alle cinque del mattino, come bicchieri di vino bevuti in solitudine al bancone di un bar. I suoi concerti offrono capolavori comici, ballate splendide e malinconiche: ogni canzone è un tornado di riferimenti musicali disparati, dalla scuola genovese al jazz sperimentale. Giacomo Toni è il leader della ’900 Band: tre dischi all’attivo e diversi riconoscimenti ottenuti, tra cui il premio Nuova Musica Italiana 2007 e il premio Augusto Daolio 2006 per il miglior testo. Nel 2012 vince il Festival Mondiale della Canzone Funebre e l’anno successivo pubblica il disco Musica per autoambulanze, che lo conferma come cantautore iconoclasta, ironico, romantico e cinico al contempo. Non meno alternativa è la scelta di pubblicare il suo più recente singolo Ho perso la testa esclusivamente su 45 giri a tiratura limitata.

 

Comments are closed.