Latin Jazz, periferico al BJF

Diciamolo subito: il programma del Bologna Jazz Festival ha riservato un po’ di spazio alle sonorità latin e al jazz en clave, ma soprattutto periferico e non perchè il concerto di Horacio El Negro si è tenuto a Budrio, in provincia. Qualcuno certamente dissentirà richiamando in causa la presenza di una sezione latin nella Chick Corea-Steve Gadd Band, ma su questo potremmo aprire una lunga parentesi perchè è un’altra storia.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Messico

Messico/Usa: vite divise dal muro

28. settembre 2017 – 16:44No Comment
Messico/Usa: vite divise dal muro

Interessantissimo l’articolo Le vite divise dal muro tra Messico e Stati Uniti di 25 settembre 2017

 

Camila Catalella Suazo vive a due passi dal sogno americano. Dal centro per migranti dov’è arrivata qualche settimana fa, nella zona nord di Tijuana, in Messico, le basta guardare in fondo al viale polveroso per vedere la California.

Oltre l’enorme canale prosciugato dove passano la notte migranti e senza fissa dimora, oltre l’imponente barriera di cemento e metallo, c’è San Ysidro: in lontananza si intuiscono i fari degli outlet dei grandi marchi dell’abbigliamento, oltre i quali cominciano i quartieri eleganti con piscine e viali alberati.

Più a nord, a una ventina di chilometri, c’è San Diego. Da questa parte della frontiera la vita si muove intorno ai minuscoli negozi di alimentari e ai bar, ai locali e ai marciapiedi affollati dove a tutte le ore ci sono prostitute. Suazo, 29 anni da San Pedro Sula, in Honduras, si guarda intorno come chi cerca di prendere possesso di una casa dove non vorrebbe vivere. 

Escribe tu comentario!