Colombia: neo-CUMBIA & JAZZ FUSION

CUMBIA & JAZZ FUSION al festival Jazz al Parque di Bogotà (22/23 settembre 2018). Una band di talentuosi musicisti di Barranquilla, con un ospite speciale come JUSTO ALMARIO, reinterpreta l’opera del contrabbassista Charles Mingus dedicata alla cumbia e al folklore del Caribe colombiano. “Cumbia & Jazz Fusion” era un progetto concepito da Almario e da Charles Mingus ispirato al tema Cumbia Tipica di Mongo Santamaria.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » bolero, CD e DVD, cha cha, Cuba, danzon, latin jazz, libri/cDVD, live jazz, musica, Salsa

Cuba: Back toThe Sunset di Dafnis Prieto

18. giugno 2018 – 17:27No Comment
Cuba: Back toThe Sunset di Dafnis Prieto

Back To The Sunset è il titolo dell’ultimo disco del musicista-compositore-batterista cubano Dafnis Prieto realizzato con una Big Band di 17 talentuosi strumentisti più tre special guest da novanta come il trombettista Brian Lynch (Track 1) e i sassofonisti Henry Threadgill (Track 4) e Steve Coleman (Track 6). L’album è pubblicato da Dafnison Music.com, la casa discografica di Prieto, che cura anche la promozione e vendita di questo progetto totalmente autogestito.

Del disco parleremo prossimamente e in maniera approfondita. In breve, possiamo dirvi che si tratta un lavoro strepitoso, in bilico tra afrocuban jazz con un visione personalissima di Prieto e jazz newyorkese contemporaneo, sviluppato su nove composizioni scritte e arrangiate da Dafnis, composizioni  tra l’altro dedicate ai suoi vari mentori, ispiratori da Chico O’Farrill a Steve Coleman, Brian Lynch, Eddie Palmieri, Bebo Valdés, Dizzy Gillespie, Michel Camilo, Mario Bauzà, Henryh Threadgill, Buddy Rich, Bobby Carcassés, Jane Bunnett, Chano Pozo. Con alcuni di questi artisti Dafnis ha condiviso il palcoscenico mentre con altri non è stato possibile per ragioni diverse, tra cui quella di essere nato nel 1974 mentre…  Si attacca in modalità nettamente latin-timba (Una Vez Mas) poi tra arrangiamenti curatissimi e impasti sonori da favola elaborati con le voci più disparate della grammatica jazzistica, e assoli di ottimi strumentisti su poliritmie afro, danzon,swing, il disco si chiude su ritmiche che cambiano onda dall’afro al cha cha. L’album, registrato negli studi Systems Two di Brooklyn a fine agosto 2017, è il settimo disco a firma del batterista e il primo nel formato Big Band, che il Nostro iniziò a sognare da bambino ascoltando una grande orchestra nel barrio el Condado della sua città natale di Santa Clara. Da qui si trasferì all’età di quattordici anni all’Avana, poi nel 1999 lasciò l’isola per stabilirsi a New York, passando per Barcellona. E ora si muove tra Hollywood, Florida, dove  vive e ha sede la sua casa discografica e Miami, dove insegna batteria, composizione eccetera all’Università. (gfg)

Escribe tu comentario!