CHICK COREA & The Spanish Heart Band

Con il bellissimo album “Antidote” (Universal) Chick Corea torna alla sue radici latine, in un ideale seguito (aggiornato) dei suoi celeberrimi album di quarant’anni fa: “My Spanish Heart” e “Touchstone”, dai quali riprende alcuni temi (primo fra tutti Armando’s Rhumba”, qui trasformato in un travolgente brano in stile merengue). Antidote è un cd quasi esclusivamente acustico, in cui la ‘Spanish Heart Band’ spazia fra tutti i generi latino/contemporanei, dal flamenco alla musica cubana, dal Venezuela a Panama al Latin jazz fino al Brasile con la bossa nova Desafinado.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » cha cha, Cuba, danzon, latin jazz, musica, Nueva Trova, rumba, Salsa, Son

CUBA: Armonico e Chan Chan, i gioielli di Compay in Italia

22. luglio 2019 – 16:33No Comment
CUBA: Armonico e Chan Chan, i gioielli di Compay in Italia

Armonico e Chan Chan, sono i gioielli dell’intramontabile Compay Segundo, uno dei protagonisti del Buena Vista Social Club. Ora l’armonico (una chitarra settecorde inventata da Compay) è nelle mani di Felix Martínez,  chitarrista del Grupo Compay Segundo che sarà in Italia per concerti dal 24 luglio al 3 agosto 2019 (vedi locandina in fondo). Abbiamo raggiunto FELIX per farci raccontare l’eredità ricevuta direttamente dalle mani di Francisco Repilado, in arte Compay Segundo (scomparso nel 2003),  prolifico autore di son cubano e anche della celeberrima Chan Chan, per tanti il nuovo inno della musica popolare cubana. Articoli, interviste e approfondimenti su Compay Segundo e Buena Vista li potete leggere su Musica Jazz (luglio 2019) e musicajazz.it

Felix Martinez è l’erede spirituale di Compay Segundo. E’ il depositario dell’armonico (cordofono speciale ideato da Compay) e dei suoi segreti ricevuti direttamente dalle mani del leggendario “patriarca del “son”. E a Felix anche il compito di aprire e chiudere i concerti del Grupo Compay Segundo con l’armonico in bilico tra mi minore, sol maggiore, la minore, si settima per innalzare i versi “De Alto Cedro voy para Marcané/ Llego a Cueto voy para Mayarì”, l’incipit di Chan Chan, il nuovo inno della musica popolare cubana grazie al successo ottenuto con Buena Vista.

 

Felix, puoi parlarci dell’eredità ricevuta da Compay?

Tra l’enorme patrimonio artistico ricevuto da Compay Segundo spicca l’armonico, che curo con amore e orgoglio perchè quando lo suono sento di far rivivere il personaggio carismatico e irripetibile che è stato Compay. Poi è una rarità nel senso sta che Compay era l’unico a suonare l’armonico a Cuba e nel mondo. E da quando Compay decise di passarmi il testimone, per continuare a riproporre le stesse sonorità nel gruppo diretto da suo figlio Salvador, io sono il depositario di un pezzo di quella storia fatta con quello strumento che ho imparato a suonare da lui.

 

Ma è Compay l’inventore di quella settecorde.

Esatto, lo inventò quand’era giovane perchè voleva una chitarra multifunzionale: accompagnare, fare assoli riassumendo le caratteristiche di tre strumenti come chitarra, laúd e trés. Prese una chitarra di dimensioni ridotte rispetto a quella classica, un specie di requinto, la chitarra dei trii messicani, e vi apportò delle modiche. In questa sette corde, la terza corda è doppia, ha un’accordatura particolare ed è uno strumento che richiede molta applicazione, e lo dico con cognizione perché mi sono diplomato con altri cordofoni cubani e conosco la materia. Poi ci sono alcuni segreti che in parte mi ha svelato Compay e che metto al servizio del nostro gruppo per avere suoni melodiosi, vellutati, armonici, da qui appunto il nome dello strumento che svolge più una funzione solistica che ritmica e serve per il controcanto alla voce.

 

Altre caratteristiche dell’Armonico?

Beh, ci sarebbero tante cose da dire, c’è una storia dentro questo strumento di un leggendario musicista e uomo, ma direi questo: si accorda in Fa diesis minore, la terza corda è doppia, ha corde invertite, con un’accordatura unica fatta da Compay che assomiglia un po’ al trés, un po’ al laúd e un po’ alla chitarra. L’armonico che uso nei concerti è quello di Compay, ma ne ho anche uno di riserva, nel caso mi si rompa una corda.

Gian Franco GRILLI

 

GrupoCompaySegundo_MusicaJazz_julio_2019

Escribe tu comentario!