IL mondo dei suoni di HERMETO PASCOAL

IL MONDO DEI SUONI DI HERMETO PASCOAL & GRUPO nel concerto di venerdì 15 novembre 2019 per il Bologna Jazz Festival. Una bellissima e allegra serata di musica senza confini, diciamo, impropriamente di brasilian jazz abbastanza eccentrico, ma si sapeva benissimo che quanto propone l’acclamatissimo Hermeto è qualcosa che va molto oltre il jazz samba.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Brasile, cha cha, choro, Cuba, danzon, latin jazz, live jazz, musica, Puerto Rico, R&B, Samba Bossanova

Bologna Jazz Festival 2019 in 33 giorni

1. ottobre 2019 – 14:57No Comment
Bologna Jazz Festival 2019 in 33 giorni

Diciamolo subito: nel favoloso Bologna Jazz Festival  2019 (25 ottobre-26 novembre) spiccano nel cast artistico le presenze di Pat Metheny (che chiuderà il festival) e del disegnatore Altan, che firma l’immagine della rassegna emiliano romagnola. Tra i protagonisti di questa estesa programmazione (da Bologna a Forlì) anche star del Jazz latino & dintorni, come il brasiliano Hermeto Pascoal, i cubani del gruppo di Horacio El Negro Hernandez, Chucho Valdés (prodotto da teatro  EuropAuditorium) e il portoricano Eddie Gomez.

BJF 2019 rappresenta una Delicatessen jazz in 33 giorni: tra leader carismatici e guru musicali il Bologna Jazz Festival (25 ottobre/26 novembre), sarà un giardino delle delizie, per il grande pubblico e per gli ascoltatori più esigenti.  Su tutto spicca il nome di Pat Metheny, il chitarrista per eccellenza del jazz crossover. E gli altri non sono certo comprimari: la cantante Dianne Reeves, jazz diva della vocalità afro, il trio all stars Cross Currents (che raccoglie Dave Holland, Zakir Hussain e Chris Potter), il trio del sopraffino pianista Fred Hersch, un’autorità della musica brasiliana come Hermeto Pascoal.

Il programma del festival, oltre alla consueta ricchezza di musica dal vivo, includerà importanti contenuti didattici e di intersezione tra jazz e altre forme espressive. Sul fronte interdisciplinare, il BJF è riuscito a coinvolgere il grande disegnatore Altan, che ha realizzato una serie di disegni originali per l’immagine del BJF 2019, con il fondamentale apporto di BilBOlbul Festival internazionale di fumetto.

Il BJF 2019 sarà multilocalizzato: oltre ai teatri bolognesi che ospiteranno i concerti principali (Teatro EuropAuditorium, Teatro Duse, Unipol Auditorium), il festival sarà di casa in numerosi altri luoghi cittadini (compresi gli ormai storici club: Cantina Bentivoglio e Bravo Caffè) e si espanderà anche nei comuni dell’area metropolitana e nelle province di Modena, Ferrara e Forlì.

Concerti principali nei teatri

Al Bologna Jazz Festival 2019 si ascolteranno i più interessanti sviluppi moderni del format del trio, a partire dal concerto del pianista Fred Hersch, che inaugurerà i grandi appuntamenti in teatro (25 ottobre, Unipol Auditorium). Il gruppo di Hersch incarna nel suo massimo splendore il concetto di piano trio billevansiano. Ma il modello è anche ampiamente aggiornato: gli sviluppi armonici, le sottigliezze ritmiche e il sound del trio di Hersch denotano una spiccata individualità, pienamente contemporanea. Di fronte alla profonda rivelazione musicale di ogni sua esibizione è facile capire a chi si sia ispirato Brad Mehldau, l’allievo più noto di Hersch.

 

Il BJF ospiterà poi Dianne Reeves (31 ottobre, Teatro Duse), misurandosi così con la grande storia interpretativa del jazz vocale. Come le jazz divas del passato, delle quali è una vera erede moderna, la Reeves si muove con disinvoltura tra jazz e pop, trasformando ogni scelta di repertorio in una perfetta jazz song. La sua notorietà internazionale, se mai ce ne fosse stato bisogno, è stata ulteriormente amplificata dall’apparizione nel film di George Clooney Good Night, and Good Luck, la cui colonna sonora è valsa alla Reeves l’ennesima affermazione ai Grammy Awards come migliore cantante di jazz.

Un ritorno alla dimensione del trio, l’8 novembre all’Unipol Auditorium con il Cross Currents Trio, formazione nella quale si incontrano tre leggende dei rispettivi strumenti: Dave Holland è uno dei più importanti bassisti della storia del jazz; Zakir Hussain è il virtuoso indiano delle tabla che più di ogni altro si è confrontato con il jazz statunitense; Chris Potter è uno dei più apprezzati ‘stilisti’ del sax. Con loro la musica scorre incontenibile e senza confini estetici.

Il 15 novembre, l’Unipol Auditorium accoglierà un’icona vivente della musica brasiliana: Hermeto Pascoal. Polistrumentista eccentrico, Pascoal trascina il suo ‘Grupo’ in una musica la cui energia vitale la fa sembrare una sorta di religione animistica tradotta in suoni, con una notevole propensione al jazz.

Un’icona musicale come il chitarrista Pat Metheny tornerà al Bologna Jazz Festival (dopo la sua apparizione del 2011) con un trio che promette di muoversi a ‘stile libero’ nel repertorio del carismatico chitarrista. Musicista dei record (una ventina di Grammy Awards, un’incalcolabile serie di premi come ‘migliore della classe’), Metheny, ha saputo costruire e mantenere nel tempo un rapporto unico col pubblico. Lo dimostrerà ancora una volta il 26 novembre al Teatro EuropAuditorium, affiancato da Darek Oleszkiewicz e Jonathan Barber.

Le produzioni principali del festival saranno incastonate in una cornice musicale creata dai live pre-concerto che si terranno allo Zushi e i dopo concerto al Camera – Jazz & Music Club.

 

Concerti nei jazz club tra Bologna e Ferrara

Con i suoi 33 giorni di durata, il BJF 2019 sarà un’esperienza di ascolto immersiva. Tra un appuntamento in teatro e l’altro (inclusa la presenza del lussuoso duo pianistico con Stefano Bollani e Chucho Valdés al Teatro EuropAuditorium l’1 novembre), si scatenerà la vita da jazz club.

Nel centro cittadino bolognese la Cantina Bentivoglio è la ‘casa del jazz moderno’: ospiterà i concerti del ZZ International Quartet, co-diretto dal fisarmonicista Simone Zanchini e dal chitarrista Ratko Zjaca (27 ottobre); il trio del pianista Barry Harris, grande testimone dell’era bop (1 novembre); un duo con i campioni del modernismo newyorkese, il trombettista Dave Douglas e il pianista Uri Caine (il 3); il longevo gruppo “Frontal” del pianista Simone Graziano (il 5); il trombettista e local hero Diego Frabetti, con i frutti del suo lavoro discografico “Interno 41” (il 12); l’estrosa band Plankton della sassofonista Helga Plankensteiner (il 19).

Alcuni dei concerti in programma a Bologna saranno replicati nell’altro club principale della galassia BJF, il Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara: Dena DeRose assieme alla ERJ Orchestra (26 ottobre); il duo con Dave Douglas e Uri Caine (2 novembre); i “Frontal” di Simone Graziano (il 4). Il club ferrarese giocherà anche molte carte originali: il solo del pianista David Helbock (28 ottobre); due protagonisti di primo piano del jazz italiano come Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi, nel contesto internazionale della loro Revolutionary Brotherhood (6 novembre); l’avanzato trio “New Things” del pianista Franco D’Andrea (9 novembre); la Tower Jazz Composers Orchestra, che presenterà il suo esordio discografico (l’11); il concerto del ventennale di Italuba, la band del gigante della batteria afro-cubana Horacio “El Negro” Hernandez (il 14); il pianista Aaron Parks con il quartetto “Little Big” (il 16); il progetto “Sun of Goldfinger” del chitarrista David Torn, che prevede la presenza al sax di Tim Berne (il 23).

 

Il Camera – Jazz & Music Club è una new entry nella mappa del BJF. Qui sono annunciati i concerti del trio della pianista e cantante Dena DeRose (29 ottobre); del quartetto del trombettista Tom Kirkpatrick (9 novembre); del trio del pianista Michael Weiss (il 16); del quartetto all stars con Piero Odorici, Eric Reed, Dezron Douglas e Roberto Gatto (il 21). Il Camera sarà un vero ‘covo’ per il miglior mainstream.

Altra meta immancabile delle notti bolognesi è il Bravo Caffè. Qui, nel giro di pochi giorni, si concentreranno le apparizioni di una serie di star internazionali: il 10 novembre Tuck & Patti con la loro essenziale e intimistica miscela di folk e black music per voce e chitarra; l’11 gli Yellowjackets, campioni della fusion da oltre quarant’anni; il 13 il chitarrista Cory Wong, ‘prestigiatore’ del groove, come dimostrano la sua esperienza con i Vulfpeck e ora quella da solista; il 14 una super band co-diretta da un chitarrista di culto come Mike Stern e dal tastierista Jeff Lorber e completata da una ritmica ad alto voltaggio con Jimmy Haslip e Dennis Chambers. Il 20 toccherà poi al quintetto dello storico bassista Eddie Gomez.

Aria informale e ottima musica al Binario69: con un solo del vibrafonista Pasquale Mirra (17 novembre); l’ampio organico del Bologna Jazz Collective (il 22); il tocco funky dei Fake Jam (il 24).

Non solo jazz club, ma anche ritrovi più trasversali saranno coinvolti nel BJF con proposte di richiamo. Il Locomotiv Club proporrà l’afrobeat dei londinesi Kokoroko (3 novembre), mentre al Mercato Sonato si ascolterà il quintetto dell’istrionico sassofonista Daniele Sepe (il 23).

 

Concerti nell’area metropolitana e fuori provincia

Saranno numerose le trasferte fuori porta del BJF 2019, verso i comuni dell’area metropolitana e le province di Modena, Ferrara e, per la prima volta, Forlì.

Novità per la mappa geografica del BJF sono Forlì (dove il 10 novembre al Teatro Auditorium San Giacomo si replicherà il concerto di Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi) e San Giovanni in Persiceto (BO), dove il 7 novembre al Cine Teatro Fanin si esibirà il gruppo del chitarrista Andrea Dessì, con la vocalist Sherrita Duran.

Anzola dell’Emilia (BO) ospiterà un asso del jazz più avanzato, il trombettista Rob Mazurek (in quintetto il 18 novembre alla Biblioteca Civica), mentre al Teatro Biagi D’Antona di Castel Maggiore (BO) andrà in scena Cinema Italia, un quartetto che riunisce alcuni protagonisti del jazz nazionale come Rosario Giuliani, Luciano Biondini, Enzo Pietropaoli e Michele Rabbia (il 22).

Oltre alle già citate serate al Jazz Club Ferrara, ci sarà una tappa allo Smallet Jazz Club di Modena: il 22 novembre con il duo che riunisce Bobby Watson e Andrea Pozza. A Vignola (MO), la Jazz in’It Orchestra diretta da Marco Ferri si esibirà assieme al trombettista Stjepko Gut come ospite solista (il 17). Il 24 novembre il festival sbarcherà per la prima volta a Medicina (BO), con l’XY Quartet.

 

Attività didattiche, Progetto Welfare e altri eventi

Il Progetto Didattico “Massimo Mutti”, giunto alla settima edizione e realizzato grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, si articolerà in varie sezioni, con il coinvolgimento della Tower Jazz Composers Orchestra e dell’ERJ Orchestra diretta da Roberto Rossi e Piero Odorici, che si esibirà in un omaggio a Shirley Horn assieme a Dena DeRose (30 ottobre, Teatro Antoniano, con un opening act della Junior Jazz Band diretta da Cristiano Arcelli). In questa occasione verrà consegnato il Premio “Massimo Mutti”, consistente in borse di studio per i corsi internazionali di perfezionamento estivi 2020 realizzati dalla Fondazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz.

Rientra nel progetto didattico anche il convegno Scrivere la Musica, che si terrà il 15 novembre presso la sede della Regione Emilia-Romagna con un significativo cast di relatori provenienti dal mondo del giornalismo e degli studi musicali: Giovanni Rossi, Giordano Montecchi, Stefano Zenni, Pino Sau­lo, Marco Molendini.

È ormai una tradizione la masterclass dello storico pianista Barry Harris alla Cantina Bentivoglio: si terrà tutti i giorni dal 30 ottobre al 3 novembre e sarà aperta a tutti i musicisti.

Il concerto del 30 ottobre all’Antoniano assieme a quello del 25 novembre alle Cucine Popolari con il duo formato dal trombettista Flavio Boltro e il contrabbassista Stefano Senni costituiranno i momenti culminanti del nuovo Progetto Sociale “Note di Solidarietà”, che ha l’intento di coinvolgere i centri di aggregazione dei senza fissa dimora e delle persone con necessità primarie a Bologna.

Torneranno anche le lezioni musicali “Jazz Insights” con Emiliano Pintori (ideate e ospitate dal Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, tutti i sabati di novembre): cinque approfondimenti tematici sulla musica afroamericana selezionati sulla base di importanti anniversari e raccontati dalla prospettiva di un musicista jazz.

In visita al BJF anche uno dei più noti fotografi di jazz a livello internazionale: Pino Ninfa, che il 9 e 10 novembre terrà il workshop “Il jazz e la città” presso la Galleria Fotografica Paoletti; la stessa location dal 26 ottobre al 17 novembre ospiterà inoltre la sua mostra fotografica “Jazz Spirit”.

Sul fronte letterario, gli autori Vanni Masala e Marilena Patini presenteranno il libro Io sono Michel Petrucciani assieme ad Alexandre Petrucciani (figlio di Michel) e Flavio Boltro (24 novembre, Cantina Bentivoglio).

Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, TPER, Città Metropolitana di Bologna, Bologna Città Creativa della Musica UNESCO e del main partner Gruppo Hera.

PROGRAMMA

Venerdì 25 ottobre

Bologna, Unipol Auditorium, ore 21:15

Fred Hersch Trio

Fred Hersch, pianoforte; John Hébert, contrabbasso; Eric McPherson, batteria

In collaborazione con Unipol Gruppo

 

Dopo concerto, Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 23:15

ERJ Orchestra

 

Sabato 26 ottobre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

Dena DeRose & the ERJ Orchestra

“Tribute to Shirley Horn”

Dena DeRose, pianoforte, voce, arrangiamenti;

Roberto Rossi, direzione, trombone;

Davide Ghidoni, Diego Frabetti, Simone Coppellini, trombe;

Giancarlo Giannini, Federico Tassani, Roberto Solimando, tromboni;

Piero Odorici, Barend Middelhoff, Canio Coscia, Matteo Sabattini, Michele Vignali, sassofoni;

Marco Bovi, chitarra; Stefano Senni, contrabbasso; Stefano Paolini, batteria

 

Domenica 27 ottobre

Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 21:30

ZZ International Quartet

Simone Zanchini, fisarmonica; Ratko Zjaca, chitarra elettrica;

Martin Gjaconovski, contrabbasso; Adam Nussbaum, batteria

 

Lunedì 28 ottobre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

David Helbock Solo

David Helbock, pianoforte

In collaborazione con 7 Virtual Jazz Club

 

Martedì 29 ottobre

Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 21:45

Dena DeRose Trio

Dena DeRose, pianoforte; Paolo Benedettini, contrabbasso; Stefano Paolini, batteria

 

Mercoledì 30 ottobre

Bologna, Teatro Antoniano, ore 21

Premio “Massimo Mutti”

Dena DeRose & the ERJ Orchestra

“Tribute to Shirley Horn”

Dena DeRose, pianoforte, voce, arrangiamenti;

Roberto Rossi, direzione, trombone;

Davide Ghidoni, Diego Frabetti, Simone Coppellini, trombe;

Giancarlo Giannini, Federico Tassani, Roberto Solimando, tromboni;

Piero Odorici, Barend Middelhoff, Canio Coscia, Matteo Sabattini, Michele Vignali, sassofoni;

Marco Bovi, chitarra; Stefano Senni, contrabbasso; Stefano Paolini, batteria

Opening Act: Junior Jazz Band

Cristiano Arcelli, direzione

Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna

e di Regione Emilia-Romagna Assessorato al Welfare.

Ingresso fino a esaurimento posti. Offerta libera interamente devoluta a sostegno di Antoniano Onlus

 

Giovedì 31 ottobre

Bologna, Teatro Duse, ore 21:15

Dianne Reeves

Dianne Reeves, voce; Peter Martin, pianoforte;

Romero Lubambo, chitarra; Reginald Veal, basso; Terreon Gully, batteria

 

Dopo concerto, Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 23:15

ERJ Orchestra

 

Venerdì 1 novembre

Bologna, Teatro EuropAuditorium, ore 21

Stefano Bollani & Chucho Valdés

“Piano a Piano”

Stefano Bollani, pianoforte; Chucho Valdés, pianoforte

Una produzione di Teatro EuropAuditorium e Mauro Diazzi Srl

 

Venerdì 1 novembre

Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 21:30

Barry Harris Trio

Barry Harris, pianoforte; Luca Pisani, contrabbasso; Fabio Grandi, batteria

 

Sabato 2 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

Dave Douglas & Uri Caine Duo

Dave Douglas, tromba; Uri Caine, pianoforte

 

Domenica 3 novembre

Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 13

Dave Douglas & Uri Caine Duo

Dave Douglas, tromba; Uri Caine, pianoforte

 

Domenica 3 novembre

Bologna, Locomotiv Club, ore 21:30

Kokoroko

Sheila Maurice Grey, tromba; Cassie Kinoshi, sax alto; Richie Seivewright, trombone;

Oscar Jerome, chitarra; Yohan Kebede, tastiere;

Ayo Salawu batteria; Onome Edgeworth, percussioni

 

Lunedì 4 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

Simone Graziano “Frontal”

Dan Kinzelman, sassofoni; Reiner Baas, chitarra; Simone Graziano, pianoforte;
Gabriele Evangelista, contrabbasso; Stefano Tamborrino, batteria

 

Martedì 5 novembre

Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 21:30

Simone Graziano “Frontal”

Dan Kinzelman, sassofoni; Reiner Baas, chitarra; Simone Graziano, pianoforte;
Gabriele Evangelista, contrabbasso; Stefano Tamborrino, batteria

 

Mercoledì 6 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

Fabrizio Bosso – Giovanni Guidi

& The Revolutionary Brotherhood

Fabrizio Bosso, tromba; Francesco Bearzatti, sax tenore;
Giovanni Guidi, pianoforte; Eric Wheeler, contrabbasso; Joe Dyson, batteria

 

Giovedì 7 novembre

San Giovanni in Persiceto (BO), Cine Teatro Fanin, ore 21

Andrea Dessì Blue Quartet

featuring Sherrita Duran

Sherrita Duran, voce; Andrea Dessì, chitarra;

Massimo Tagliata, pianoforte; Andrea Taravelli, basso elettrico; Filippo Mignatti, batteria

In collaborazione con Cine Teatro Fanin

 

Venerdì 8 novembre

Bologna, Unipol Auditorium, ore 21:15

Cross Currents Trio

featuring Dave Holland, Zakir Hussain, Chris Potter

Chris Potter, sassofoni, Dave Holland, contrabbasso; Zakir Hussain, tabla, percussioni

In collaborazione con Unipol Gruppo

 

Dopo concerto, Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 23:15

Canio Coscia Quartet

Canio Coscia, sax tenore; Filippo Galbiati, pianoforte;

Kim Baiunco, contrabbasso; Alberto Chiozzi, batteria

 

 

Sabato 9 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

FRANCO D’ANDREA

“New Things”

Franco D’Andrea, pianoforte; Mirko Cisilino, tromba, cornetta; Enrico Terragnoli, chitarra

 

Sabato 9 novembre

Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 21:45

Tom Kirkpatrick Quartet

Tom Kirkpatrick, tromba, voce; Emiliano Pintori, pianoforte;

Luca Pisani, contrabbasso; Alberto Chiozzi, batteria

 

Domenica 10 novembre

Forlì, Teatro Auditorium San Giacomo, ore 18

Fabrizio Bosso – Giovanni Guidi

& The Revolutionary Brotherhood

Fabrizio Bosso, tromba; Francesco Bearzatti, sax tenore;
Giovanni Guidi, pianoforte; Eric Wheeler, contrabbasso; Joe Dyson, batteria

In collaborazione con Associazione Dai de Jazz

 

Domenica 10 novembre

Bologna, Bravo Caffè, ore 22

Tuck & Patti

Patti Cathcart, voce; Tuck Andress, chitarra

 

Lunedì 11 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

Tower Jazz Composers Orchestra

Alfonso Santimone, direzione e pianoforte;

Piero Bittolo Bon, direzione, sax alto e clarinetto;

Marta Raviglia, voce; Sandro Tognazzo, flauto; Glauco Bemedetti, tuba;

Mirko Cisilino, Pasquale Paterra, Gabriele Cancelli, Andrea Del Vescovo, trombe;

Federico Pierantoni, Filippo Vignato, Lorenzo Manfredini, Fabio De Cataldo, tromboni; Gianluca Fortini, Tobia Bondesan, Filippo Orefice, Giulia Barba, ance; Luca Chiari, chitarra, Federico Rubin, pianoforte; Stefano Dallaporta, basso; Andrea Grillini, Simone Sferruzza, batteria; William Simone, percussioni

Con il contributo della Regione Emilia-Romagna (L.2/2018)

 

Lunedì 11 novembre

Bologna, Bravo Caffè, ore 22

Yellowjackets

Bob Mintzer, fiati; Russell Ferrante, pianoforte, tastiere;

Dane Alderson, basso elettrico; Will Kennedy, batteria

 

Martedì 12 novembre

Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 21:30

Diego Frabetti SEXTET featuring Danny Grisset

“Interno 41”

Diego Frabetti, tromba; Barend Middelhoff, sax tenore;

Danny Grisset, pianoforte e pianoforte elettrico; Davide Brillante, chitarra;

Stafano Senni, contrabbasso; Nicola Angelucci, batteria

 

Mercoledì 13 novembre

Bologna, Bravo Caffè, ore 22

Cory Wong

“Motivational Music For The Syncopated Soul”
Cory Wong, chitarra; Phoebe Katis, voce;

Kevin Gastonguay, tastiere; Seth Tackaberry, basso; Petar Janjic, batteria

 

Giovedì 14 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni, ore 21:30

HORACIO “EL NEGRO” HERNANDEZ & ITALUBA

Amik Guerra, tromba; Jorge Vera, pianoforte;

Daniel Martinez, basso elettrico; Horacio “El Negro” Hernandez, batteria

 

Giovedì 14 novembre

Bologna, Bravo Caffè, ore 22

Mike Stern & Jeff Lorber Band

feat. Jimmy Haslip & Dennis Chambers

Mike Stern, chitarra; Jeff Lorber, tastiere;

Jimmy Haslip, basso elettrico; Dennis Chambers, batteria

 

Venerdì 15 novembre

Bologna, Unipol Auditorium, ore 21:15

Hermeto Pascoal & Grupo

Hermeto Pascoal, tastiere, fisarmonica, flauto; Jota P., sassofoni, flauti;

André Marques, piano, flauto, percussioni; Itiberê Zwarg, basso elettrico, percussioni;

Ajurinã Zwarg: batteria, percussioni; Fábio Pascoal, percussioni

In collaborazione con Unipol Gruppo

 

Dopo concerto, Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 23:15

Michael Weiss Trio

 

Sabato 16 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

Aaron Parks

“Little Big”

Aaron Parks, pianoforte, tastiere; Greg Tuohey, chitarra;
DJ Ginyard, basso elettrico; Tommy Crane, batteria

 

Sabato 16 novembre

Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 21:45

Michael WEISS Trio

Michael Weiss, pianoforte; Paolo Benedettini, contrabbasso; Adam Pache, batteria

 

Domenica 17 novembre

Vignola (MO), Stones Cafè, ore 21.30

Jazz in’It Orchestra

feat. Stjepko Gut

Stjepko Gut, direttore e solista;

Cristiano Arcelli, Fabrizio Benevelli, Marco Ferri, Giovanni Contri, Michele Vignali,

Vittorio Gualdi, Simone Copellini, Tiziano Bianchi, Matteo Pontegavelli, Simone Pederzoli,

Enrico Pozzi, Lorenzo Manfredini, Valentino Spaggiari, fiati;

Luca Barbieri, pianoforte; Marcello Pugliese, chitarra;

Stefano Senni, contrabbasso; Enrico Smiderle, batteria

 

Domenica 17 novembre

Bologna, Binario69, ore 22

Pasquale Mirra

“Moderatamente Solo”

Pasquale Mirra, vibrafono, percussioni, elettronica, campane tibetane

 

Lunedì 18 novembre

Anzola dell’Emilia (BO), Biblioteca Civica, ore 21

Rob Mazurek Quintet

Rob Mazurek, tromba; Daniele Principato”, chitarra;

Claudio Vignali, pianoforte; Giannicola Spezzigu, contrabbasso; Marcello Molinari, batteria

In collaborazione con Anzola Jazz Club “Hengel Gualdi”

 

Martedì 19 novembre
Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 21:30

Helga Plankesteiner & Plankton
“Schubert in Love”

Helga Plankensteiner, sax baritono, voce; Matthias Schriefl, tromba;
Gerhard Gschlössl, trombone; Michael Lösch, pianoforte, organo;
Enrico Terragnoli, chitarra, banjo; Nelide Bandello, batteria

 

Mercoledì 20 novembre

Bologna, Bravo Caffè, ore 22

Eddie Gomez Quintet featuring Teo Ciavarella
Eddie Gomez, contrabbasso; Teo Ciavarella, pianoforte;
Marco Pignataro, sax tenore; Renato D’Aiello, sax tenore; Massimo Manzi, batteria

 

Giovedì 21 novembre

Bologna, Camera – Jazz & Music Club, ore 21:45

Reed-Odorici-Douglas-Gatto Quartet

Piero Odorici, sassofoni; Eric Reed, pianoforte;

Dezron Douglas, contrabbasso; Roberto Gatto, batteria

 

Venerdì 22 novembre

Castel Maggiore (BO), Teatro Biagi D’Antona, ore 21:30

Cinema Italia

Rosario Giuliani, sassofoni; Luciano Biondini, fisarmonica;

Enzo Pietropaoli, contrabbasso; Michele Rabbia, batteria, percussioni

In collaborazione con Comune di Castel Maggiore, Condimenti Jazz e Cantina Bentivoglio

 

Venerdì 22 novembre

Modena, Smallet Jazz Club, ore 21:30

Bobby Watson & Andrea Pozza Duo

Bobby Watson, sax alto; Andrea Pozza, pianoforte

In collaborazione con Amici del Jazz di Modena

 

Venerdì 22 novembre

Bologna, Binario69, ore 22

Bologna Jazz Collective

Jack Calico, direzione artistica;

Federico Eterno, Marco Vecchio, Canio Coscia, Gaetano Santoro Daniele D’Alessandro, ance;

Roberto Solimando, Gabriele Polimeni, Andrea Del Vescovo, Giuseppe Lastella, ottoni;

Ugo Moroni, chitarra; Irene Giuliani, pianoforte;

Daniele Marrone, contrabbasso; Dario Rossi, batteria

 

Sabato 23 novembre

Ferrara, Torrione San Giovanni – Jazz Club Ferrara, ore 21:30

David Torn

“Sun of Goldfinger”

David Torn, chitarra; Tim Berne, sax alto; Ches Smith, batteria

 

Sabato 23 novembre

Bologna, Mercato Sonato, ore 22

Daniele Sepe Quintet

Daniele Sepe, sax alto; Tommy De Paola, tastiere;

Davide Costagliola, basso elettrico; Paolo Forlini, batteria; Antonello Iannotta, percussioni

 

Domenica 24 novembre

Medicina (BO), Stazione Astronomica “Ceccarelli”, ore 18

XY Quartet

Nicola Fazzini, sax alto; Saverio Tasca, vibrafono;

Alessandro Fedrigo, basso acustico; Luca Colussi, batteria

 

Domenica 24 novembre

Bologna, Binario69, ore 22

Fake Jam

Mattia Elmi, voce, chitarra; Giovanni Tamburini, tromba; Luigi Giardino, sax tenore;

Gianluca Arcesilai, chitarra; Daniele Cristiani, basso elettrico;

Elia Terazzan, batteria; Luca Impellizzeri, percussioni

 

Lunedì 25 novembre

Bologna, Cucine Popolari, ore 21

Flavio Boltro & Stefano Senni Duo

Flavio Boltro, tromba; Stefano Senni, contrabbasso

Con il contributo di Regione Emilia-Romagna Assessorato al Welfare. Ingresso fino a esaurimento posti. Offerta libera interamente devoluta a sostegno delle Cucine Popolari di Bologna.

 

Martedì 26 novembre

Bologna, Teatro EuropAuditorium, ore 21:15

Pat Metheny Trio

Pat Metheny, chitarra; Darek Oleszkiewicz, contrabbasso; Jonathan Barber, batteria

 

***

 

ALTRI EVENTI

 

barry harris Masterclass

dal 30 ottobre al 3 novembre

Bologna, Cantina Bentivoglio

 

JAZZUSHI

Bologna, Zushi, primo set alle 19.30 e la replica alle 21.30

Venerdì 25 ottobre: Swinging Cats

Matteo Raggi, sax tenore; Davide Brillante, chitarra; Stefano Senni, contrabbasso

Giovedì 31 ottobre: Eloisa Atti “Edges”

Eloisa Atti, voce, concertina; Marco Bovi, chitarra; Emiliano Pintori, tastiere

Venerdì 8 novembre: Slow Gold

Filippo Orefice, sax tenore; Stefano De Bonis, pianoforte;

Stefano Dallaporta, basso; Andrea Grillini, batteria

Venerdì 15 novembre: Não Sonamu Trio

Danilo Lico, voce, chitarra; Matteo Balcone, basso; Alessandro Marzano, batteria

Martedì 26 novembre: Tolga During Trio

Francesco Ganassin, clarinetto; Tolga During, chitarra; Andrea Ruggeri, batteria

 

JAZZ INSIGHTS

Lezioni musicali con Emiliano Pintori

Bologna, Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, ore 17

Sabato 2 novembre: Portrait in Jazz. Dedicato a Bill Evans

Guests: Stefano Senni e Zeno De Rossi

Sabato 9 novembre: Wizard of the Vibes. Dedicato a Milt Jackson e ai grandi vibrafonisti

Guest: Pasquale Mirra

Sabato 16 novembre: Treat It Gentle. Dedicato a Sidney Bechet

Guest: Guglielmo Pagnozzi

Sabato 23 novembre: Jazz ’59. Guida ai capolavori di un anno irripetibile

Sabato 30 dicembre: Great Black Music. Dedicato all’Art Ensemble Of Chicago

Guests: Tell No Lies (Nicola Guazzaloca, Edoardo Marraffa, Filippo Orefice, Luca Bernard, Andrea Grillini)

 

Pino Ninfa mostra fotografica

“Jazz Spirit”

dal 26 ottobre al 17 novembre

Bologna, Galleria Fotografica Paoletti

 

Pino Ninfa workshop

“Il jazz e la città”

Sabato 9 e domenica 10 novembre

Bologna, Galleria Fotografica Paoletti

 

Omaggio a Michel Petrucciani

domenica 24 novembre

Bologna, Cantina Bentivoglio, ore 18

Presentazione del libro Io sono Michel Petrucciani di Vanni Masala e Marilena Pasini.

Parteciperanno gli autori, Alexandre Petrucciani (figlio di Michel), Flavio Boltro

 

 

Informazioni:

Associazione Bologna in Musica

tel.: 334 7560434

e-mail: info@bolognajazzfestival.com

www.bolognajazzfestival.com

 

 

Biglietti:

Fred Hersch, 25 ottobre

Posto unico 30 euro

 

Dianne Reeves, 31 ottobre

Platea 38 euro; prima galleria, palchi e barcacce I ordine 33 euro;

seconda galleria e barcacce II ordine 25 euro

 

Cross Currents Trio, 8 novembre

Posto unico 35 euro

 

Hermeto Pascoal, 15 novembre

Posto unico 30 euro

 

Pat Metheny, 26 novembre

Platea 52 euro; balconata 43 euro; balconata laterale 30 euro

 

I biglietti sono soggetti a diritto di prevendita

 

Riduzioni*:

Riduzione del 20% riservata a: Soci Bologna Jazz Card; giovani fino a 26 anni.

Riduzione del 10% riservata a: soci Touring Club, abbonati annuali TPER Bologna, possessori della Card Musei Metropolitani Bologna.

 

Studenti del Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna e del Liceo Musicale “L. Dalla” di Bologna: prezzo speciale 10 euro (con acquisto la sera stessa presso il teatro di riferimento)

 

Tutti i biglietti soggetti a riduzione sono acquistabili esclusivamente presso le biglietterie dei teatri presentando il titolo che ne dà diritto.

 

*Le scontistiche non sono cumulabili

 

Prevendite:

– sul sito www.vivaticket.it e su tutto il circuito VivaTicket

– nelle biglietterie dei teatri EuropAuditorium e Duse

presso Zamboni53 store

 

Bologna Jazz Card:

Socio Young (fino a 26 anni): 10 euro

Socio: 25 euro

Socio Supporter: 50 euro

acquistabile o rinnovabile online nell’area soci del sito www.bolognajazzfestival.com

 

Vantaggi esclusivi per i Soci possessori della Bologna Jazz Card:

– possibilità di sottoscrivere, a tariffe convenienti e prive di diritti di prevendita, l’abbonamento ai cinque concerti principali del Festival

– area riservata nei migliori posti dei teatri

– speciali convenzioni con i jazz club e i teatri affiliati al Festival

– i possessori della Bologna Jazz Card hanno diritto a uno sconto del 20% sul prezzo dei biglietti del concerto di Stefano Bollani e Chucho Valdés fino a esaurimento posti ( info: 051 3725409)

 

Abbonamenti riservati ai Soci possessori della Bologna Jazz Card:

concerti di Fred Hersch, Dianne Reeves, Cross Currents Trio, Hermeto Pascoal, Pat Metheny:

Abbonamento socio: 135 euro

Abbonamento young (fino a 26 anni): 100 euro

 

Solamente i possessori della Bologna Jazz Card 2019/20 possono sottoscrivere l’abbonamento per i cinque concerti nei teatri. Tutti gli altri concerti del Bologna Jazz Festival 2019 sono da ritenersi fuori abbonamento.

 

Concerti nei club e negli altri teatri:

Si consiglia la prenotazione. Rivolgersi direttamente al locale o al teatro di riferimento.

Le modalità di accesso sono variabili.

 

Masterclass di Barry Harris:

Informazioni e prenotazioni: jazz@cantinabentivoglio.it       328 3580689

Al termine della masterclass verrà rilasciato un attestato utile per il conseguimento dei crediti formativi.

 

Jazz Insights, Museo Internazionale e Biblioteca della Musica:

Biglietti: 5 euro. Ingresso fino a esaurimento posti.

Prenotazioni su www.museibologna.it/musica fino alle 12 del giorno dell’evento (salvo esaurimento anticipato posti).

 

Pino Ninfa workshop:

informazioni e prenotazioni: laura@paolettionline.it 333 3251973

 

Jazzushi:

informazioni e prenotazioni: 051 6493719

 

 

Escribe tu comentario!