JAMAICA JAZZ: Alexander MONTY

Concerto divertente di musica fascinosa con spunti ironici e un continuo susseguirsi di atmosfere e suggestioni sempre diverse dove jazz swing, blues e funk hanno fatto da cerniera per le escursioni caraibiche delle sapienti mani di Alexander Monty tra calypso, ska, soca, mento, e i colori dello steelpan che riecheggiano sugli ottantotto tasti bianchi e neri

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » artisti, attualità, bolero, cancion, Cuba, danzon, Nueva Trova, rumba, Son

Cuba: addio a PEDRO TRUJILLO dei Moncada

8. giugno 2020 – 18:37No Comment
Cuba: addio a PEDRO TRUJILLO dei Moncada
Il primo giorno di giugno 2020 se n’è andato prematuramente il flautista cubano PEDRO TRUJILLO stroncato da un cancro. Pedro è stato  uno dei fondatori del Grupo MONCADA, ambasciatori di son, ritmi del folklore cubano e canzone politica latinoamericana.

Lo ricordiamo con tristezza in questo momento ma tanto affetto per averlo conosciuto all’inizio degli anni Ottanta, prima a Cuba poi in Italia ospite di concerti di solidarietà contro la brutale Invasione di Grenada (chi se lo ricorda più quest’altro “salvataggio” dei gendarmi marines statunitensi dal virus contagioso del comunismo cubano in questa piccola isoletta caraibica?).
Era sul palco con i Moncada diretti da Jorge Gomez per la grandiosa Manifestazione-concerto nella piazza Maggiore di Bologna (settembre 1983, con circa 15 mila persone) al ritmo di Mama Hué, Hasta Siempre Comandante e anche la celeberrima (non poteva ovviamente mancare) Guantanamera. Poi nel novembre dello stesso anno tornarono per un altro concerto al Teatro Tenda di Bologna a cui seguì il giorno successivo un caloroso incontro in un pranzo di solidarietà a Casalecchio di Reno tra simpatizzanti di sinistra e amici di Cuba. Altri tempi, quando la solidarietà internazionale e l’amicizia tra i popoli era vissuta concretamente e attivamente da tanti giovani e militanti della Pace! Gli anni successivi cominciò a scemare  l’impegno internazionalista, la politica democristana e socialistoide italiana di Craxi incominciò a colpire a sinistra con il conseguente indebolimento dell’attenzione ai popoli del Terzo e Quarto MOndo. Anni dopo sottobraccio di Gianni Minà, in una veste meno solidaristica e più commerciale,  i Moncada (con nuovi membri nella band) solcarono il palcoscenico del Festival di Sanremo.
Così abbiamo voluto ricordare il flautista “gordito” dei Moncada che si distingueva per il modo di melodizzare brillantemente sui ritmi afrocubani. RIP. Pedro Trujillo.  (gfg)

Escribe tu comentario!