CUBA. Ricordando Maria Teresa Linares

Addio alla straordinaria musicologa Maria Teresa Linares, che il 14 agosto 2020 aveva compiuto 100 anni. Punto di riferimento fondamentale per chi negli anni Settanta si avvicinava alla scoperta dell’autentica musica popolare cubana, metà anni Ottanta nella sua veste di Direttore mi aprì, in via del tutto eccezionale, il Museo Nacional de la Musica dell’Avana, che era in fase di ristrutturazione. All’inizio del Novanta la rincontrai e il Museo soffriva ancora un po’ e così in quei giorni avaneri scrissi al volo un pezzo richiestomi dalla rivista Batteria e Percussioni. Ecco un mio modesto pensiero per ricordare il lavoro della grandissima etnomusicologa.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » CD e DVD, Cuba, joropo, libri/cDVD, musica, Venezuela

Venezuela: il Sistema Orchestrale Giovanile di J.A. Abreu

31. gennaio 2021 – 23:30No Comment
Venezuela: il Sistema Orchestrale Giovanile di J.A. Abreu

VENEZUELA/CUBA. Oggi ho rivisto nel mio “cine matiné” domenicale il magnifico film-documentario (cofanetto dvd+ libro) di Helmut Failoni e Francesco Merini “L’ALTRA VOCE DELLA MUSICA. In viaggio con Claudio Abbado tra CARACAS e L’AVANA” pubblicato circa quindici anni fa ma, credo, ancora disponibile da Il Saggiatore.

Il film oramai è presente anche su youtube (come da link). Solo per ricordare cos’è: si tratta di un progetto che ha dell’avventuroso e ogni volta che lo vedi ti trasmette emozioni infinite. Failoni (autore anche del libro con interviste) e Merini accompagnarono per alcuni mesi il Maestro ABBADO tra Caracas e L’Avana e con questo documentario ci hanno fatto scoprire una realtà musicale-sociale davvero unica in tutto il mondo come quella venezuelana del Sistema orchestrale giovanile e infantile ideato nel 1976 da José Antonio Abreu, un musicista ed educatore geniale, da premio Nobel ma… Un’iniziativa che ha rappresentato anche per tantissimi ragazzi “Un alternativa alla droga e alla violenza”, scrive Abbado nella presentazione. Pensate che nella prima decade del 2000, quando è stato girato il film, in Venezuela c’erano oltre 250 mila giovani impegnati con la musica, 135 orchestre giovanili, 75 orchestre infantili, 30 orchestre professionali, un dato impressionante tenendo conto di una popolazione di 24 milioni e di cui la metà aveva meno di vent’anni. Bene, da quel mondo di barrios poverissimi e pericolosi della capitale venezuelana sono nati musicisti e direttori di livello mondiale (Gustavo Dudamel, per citare il più noto). Parlavo di emozioni: le immagini-sonore del Coro de Manos Blancas (sordomuti che “cantano con le mani”), uniti a non vedenti e altri con disabilità diverse, davvero fanno venire la pelle d’oca, da piangere per la bellezza che riescono a donarci. Per finire, diceva il M.o ABBADO, contrario a tutti steccati e confini, che “…più si conosce delle varie culture e delle varie religioni, più si capisce…“, ci si arricchisce, e soprattutto con la musica. Che meraviglia. E non c’è motto migliore in questo senso di quello che si ascolta nel video: “TOCAR y LUCHAR” (suonare e combattere). A quanti amano la musica e l’amicizia tra i popoli, lo CONSIGLIO di cuore. Purtroppo sia ABREU (2018) che ABBADO (2014) ci hanno lasciati da un po’ e personalmente non sono aggiornato sullo stato di salute del progetto El Sistema. Mi auguro continui a sfornare umanità e bellezza. (GFG)

Escribe tu comentario!