BOLOGNA JAZZ FESTIVAL: 30 ottobre/15 novembre 2020

Bologna Jazz Festival (30 ottobre/15 novembre 2020), edizione dei ricordi e delle celebrazioni: una ricorrenza storica imprescindibile (il centenario della nascita di Charlie Parker affidato a una trinità di sax: Francesco Cafiso, Mattia Cigalini, Jesse Davis); il sentito saluto a Steve Grossman, figura imponente della storia jazzistica di Bologna; il progetto monografico di Paolo Fresu su David Bowie.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » live jazz, musica

Maria Pia De Vito canta Joni Mitchell

4. febbraio 2015 – 10:15No Comment
Maria Pia De Vito canta Joni Mitchell

Immagini del concerto-omaggio a Joni Mitchell della vocalist napoletana Maria Pia De Vito, accompagnata dal pianista Julian O. Mazzariello e dal contrabbassista Enzo Pietropaoli al Teatro Comunale di Russi (Ra), 20 aprile 2013, per la rassegna Crossroads – Jazz e altro in Emilia Romagna.  Per saperne di più sulla De Vito ti consigliamo di leggere l’intervista (Video + foto)

“So Right” l’omaggio di Maria Pia De Vito alle canzoni di Joni Mitchell, probabilmente uno dei repertori più orecchiabili tra quelli proposti dalla cantante partenopea, fu consegnato al disco nel 2005 (su etichetta CAM) dopo che già da lungo tempo girava per le piazze festivaliere. Della band che originariamente accompagnava la De Vito in questo lavoro facevano parte Danilo Rea ed Enzo Pietropaoli, oltre al guest Aldo Romano.
Per “So Right” la De Vito ha attinto canzoni principalmente da Blue, ma anche dagli album Hejira, Ladies Of The Canyon, Mingus, concentrandosi dunque sul decennio d’oro della folksinger canadese, gli anni Settanta. Ma la curiosità si è spinta sino a includere un cimelio moderno come “Harlem in Havana” (del 1998). Non mancano poi alcune canzoni originali firmate dai membri della prima formazione di “So Right”, in cui si percepiscono un amorevole omaggio e il rispetto stilistico nei confronti della Mitchell.
Se dobbiamo essere grati a Joni Mitchell per la musica che ci ha lasciato, nonché per il forte valore simbolico della sua attività sin dagli anni Sessanta, bisogna comunque ammettere che l’interpretazione della De Vito si distingue per una caratura vocale decisamente superiore.

Per saperne di più sull’artista leggi l’intervista

Escribe tu comentario!