Cuba: ARTURO JORGE, Son dalla cuenca del Cauto alla cuenca del Caribe

Accostarsi seriamente alla musica popolare cubana significa fare i conti con l’Oriente cubano e il SON dalle sue origini. In questo senso riteniamo utilissima la lunga chiacchierata che vi proponiamo con il trova-sonero di Bayamo (Cuba) ARTURO JORGE, che il 1° settembre 2023 festeggia il sessantesimo compleanno e l’uscita in formato digitale del suo nuovo album Sonero de Oriente (Tumi Music, 2023). Ecco la sua storia raccolta da Gian Franco Grilli.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Cuba

Ciao ALDO GARZIA

9. aprile 2022 – 21:17No Comment
Ciao ALDO GARZIA

Abbiamo appreso pochi istanti fa della prematura e repentina scomparsa del nostro caro amico Aldo Garzia, grande giornalista e scrittore, punto di riferimento obbligato per conoscere le realtà dell’America Latina partendo da Cuba di cui è stato un raffinatissimo e profondo studioso. Persona di rara sensibilità ed equilibrio anche come commentatore politico, Aldo è morto nella notte del 9 aprile 2022 a Roma a causa di un terribile secondo ictus. Chi scrive l’ha incontrato per la prima volta circa quarant’anni fa nella capitale cubana, dove ritornava spesso per lavoro e passione.

Vogliamo ricordarlo con un paio di ricordi e due foto scattate alla fine degli anni Ottanta all’Avana.

L’Avana, 1988, caro Aldo rammento che anche tu eri al grande concerto in Plaza de la Revolucion dove si esibirono tantissimi gruppi tra cui Los Van Van. Eravamo in circa 200.000 e forse solo due gli italiani. Come hai ricordato in un tuo recente articolo, quella serata avrebbe potuto trasformarsi in tragedia per una grave provocazione di elementi antisociali, o almeno così riportò il giorno dopo sia la Tv cubana che il quotidiano Granma. Un paio di giorni dopo quella brutta esperienza ti conobbi all’Hotel Vedado dove entrambi eravamo ospiti.

Qualche tempo dopo ci ritrovammo a Cuba e precisamente nella casa-laboratorio di Osvaldo Salas, il grandissimo fotografo della Rivoluzione a cui eri legatissimo. E allora visto che ci avete lasciato desidero ricordarvi entrambi con questi scatti che si riferiscono a uno di quegli indimenticabili e divertenti momenti nella casa di Osvaldo e da cui nacquero poi alcune bellissime iniziative. Ciao ALDO GARZIA, abbracciami Osvaldo sperando che tu possa incontrarlo per riprendere il dialogo interrotto trent’anni fa!

Gian Franco Grilli

Escribe tu comentario!