Il Jazz di Bosso-Guidi & Brotherhood

Capita spesso al termine di un concerto di fare una faticaccia enorme per dare un nome a musiche e progetti di molti jazzisti. Non è stato così ascoltando al Torrione di Ferrara (6 novembre 2019) la “prima” di sei date del tour di The Revolutionary Brotherhood, il progetto del quintetto co-diretto da Fabrizio Bosso e Giovanni Guidi e completato da Francesco Bearzatti, Eric Wheeler e Joe Dyson.

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Cile, cultura e tradizioni

CILE: Piñera differente da Berlusconi

6. marzo 2011 – 23:28No Comment
CILE: Piñera differente da Berlusconi

15° nella classifica 2010 di Forbes dei miliardari più potenti e influenti del mondo, imprenditore ad ampio spettro, molti suoi connazionali lo considerano il “Berlusconi cileno”. É  Sebastián Piñera, presidente  della Repubblica del Cile, che recentemente ha visitato in modo ufficiale  il nostro Paese.

Quando la stampa gli ha fatto notare il paragone  con il Premier italiano, lui ha puntualizzato così: “ho alle spalle esperienze simili a quelle di Berlusconi: imprenditore, proprietario di un canale televisivo e di una squadra di calcio. Quando sono diventato Presidente avrei potuto conservare tutto senza infrangere la legge  cilena, ma ho preferito vendere tutto evitando il conflitto d’interesse. Eppoi sono più giovane (62 anni) di Berlusconi, mi considero legato alla famiglia, sono sposato da 37 anni. Mi sono laureato ad Harvard dove ho conseguito un dottorato ed insegnato per 15 anni e non penso sia il caso del presidente Berlusconi. Credo che siamo molto differenti per stile di vita, comportamenti e valori. Si  può  condividere o meno la sua politica conservatrice,  ma per l’etica politica che ha dimostrato merita il massimo rispetto, un tipo  coerente. Aveva promesso che in caso di vittoria si sarebbe liberato di queste proprietà e l’ha mantenuto.

Il leader cileno durante la conferenza stampa ha citato  l’Eroe dei Due Mondi dichiarando: “non saremo a Roma il 17 marzo per la celebrazione dei 150 anni  dell’Unità d’Italia ma Garibaldi è un eroe anche sudamericano” . Per rimarcare i legami tra i nostri popoli, Piñera ha regalato al presidente Giorgio Napolitano uno dei primi scritti originali di Pablo Neruda realizzati durante  l’esilio del poeta a Capri. Neruda,infatti, essendo un attivista comunista, fu costretto a scappare dal Cile giungendo a Parigi nel 1949, ospite di Picasso e alla fine del 1950 arrivò in Italia.

Piñera e  Napolitano hanno  poi inaugurato la nuova sede dell’Istituto Latinoamericano, organismo internazionale di cui sono membri l’Italia e le 20 Repubbliche dell’America Latina.

gfg

Escribe tu comentario!