CROSSROADS 2024 (3 marzo/13 luglio)jazz con  tanto Latin

Il festival Crossroads-jazz e altro in Emilia-Romagna festeggia la sua 25a edizione con un nuovo giro attorno al mondo delle musiche improvvisate (jazz e affini) dal 3 marzo al 13 luglio 2024: oltre 60 concerti, 400 musicisti tra cui grandi star italiane e internazionali (Enrico Rava, Paolo Fresu, Abdullah Ibrahim, Richard Galliano…) e di particolare soddisfazione per i nostri lettori la presenza di numerosi artisti delle Americhe del Sud, da Cuba all’Argentina al Brasile (Roberto Fonseca, Harold Lopez Nussa,Omar Sosa, Melingo, As Madalenas, Javier Girotto…).

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » attualità, Brasile, Colombia, Cuba, Messico, Uruguay, Venezuela

America Latina …in rassegna (5 gennaio 2015)

5. gennaio 2015 – 19:01No Comment
America Latina …in rassegna (5 gennaio 2015)

Le notizie latinoamericane di questo numero parlano di Brasile, Colombia, Cuba, Messico, Panama, Venezuela e Uruguay.

America Latina/ Cardinali latinoamericani. Tra i nuovi membri del collegio cardinalizio con meno di ottant’anni e dunque elettori in caso di conclave ci sono: Alberto Suárez Inda, arcivescovo di Morelia (Messico); Daniel Fernando Sturla Berhouet, arcivescovo di Montevideo (Uruguay). José Luis Lacunza Maestrojuán, vescovo di David (Panamá) … e con più di ottant’anni: José de Jesús Pimiento Rodríguez, arcivescovo emerito di Manizales (Colombia).

Uruguay/ Salvi i diari scritti sulle sigarette. I diari di un prigioniero politico uruguaiano durante la dittatura militare, scritti in carcere su cartine per sigarette, verranno preservati dall’Unesco. Jorge Tisconia è l’autore-guerrigliero del diario. (Sette|rubrica Latinos di Rocco Cotroneo, 2.01.2015)

Venezuela/ La simil-dengue da paura. La febbre tropicale Chikungunya, quasi sconosciuta nel continente americano fino allo scorso anno, è diventata un’emergenza nazionale in Venezuela, dove ci sono già 32.000 casi ufficiali.  Malattia simile al dengue, ma mortalità molto bassa (Sette|rubrica Latinos di Rocco Cotroneo, 02.01.2015)

Messico/ La debolezza del capo. I massacri spingono la gene a non credere nella capacità del presidente di fare le riforme. Apprezzato nella prima parte del suo mandato per lo stile innovativo….il presidente messicano Enrique Pena Nieto non riesce a superare la crisi degli studenti di Iguala e …la sua popolarità non supera il 40 per cento. (Sette|Latinos di Rocco Cotroneo, 02.01.2015)

Brasile| Braccio di ferro con Google sulle e-mail dello scandalo Petrobras. La giustizia brasiliana ha inflitto una dura multa a Google, perché la società americana si è rifiutata di consegnare le copie di email inviate e ricevute da alcuni indagati… il caso ruota attorno alla società petrolifera Petrobras.

Cuba/ Quanto costa comprare una casa all’Avana? Il mercato immobiliare a Cuba è cresciuto considerevolmente da quando il governo ha emesso nuove misure per la compravendita di case. Ovviamente La Habana è il luogo più interessante per comprare o vendere un appartamento. Secondo una ricerca della rivista OnCuba il valore medio di una casa all’Avana è di 24.000 CUC, e il prezzo varia secondo i municipi della capitale che essendo periferici sono più economici.  Ma alcuni quartieri come Siboney si può arrivare anche a 300.000  CUC, mentre Miramar può toccare il 70.000 CUC. Pubblicato in :http://www.cubaenmiami.com/cuanto-cuesta-comprar-una-casa-en-la-habana-cuba/)

Escribe tu comentario!