CROSSROADS 2024 (3 marzo/13 luglio)jazz con  tanto Latin

Il festival Crossroads-jazz e altro in Emilia-Romagna festeggia la sua 25a edizione con un nuovo giro attorno al mondo delle musiche improvvisate (jazz e affini) dal 3 marzo al 13 luglio 2024: oltre 60 concerti, 400 musicisti tra cui grandi star italiane e internazionali (Enrico Rava, Paolo Fresu, Abdullah Ibrahim, Richard Galliano…) e di particolare soddisfazione per i nostri lettori la presenza di numerosi artisti delle Americhe del Sud, da Cuba all’Argentina al Brasile (Roberto Fonseca, Harold Lopez Nussa,Omar Sosa, Melingo, As Madalenas, Javier Girotto…).

continua...... »
musica

Arte

libri/cDVD

Viaggi

cultura e tradizioni

Home » Argentina, blues, Brasile, cancion, choro, cultura e tradizioni, forró, latin jazz, live jazz, musica, Samba Bossanova, Tango

LA VENA DEL JAZZ: Imola, 7 giugno – 9 agosto 2023

5. giugno 2023 – 10:17No Comment
LA VENA DEL JAZZ: Imola, 7 giugno  – 9 agosto 2023

Mercoledì 7 giugno 2023 si inaugura La Vena del Jazz, ventesima edizione che si svolgerà presso il parco del Caffè della Rocca di Imola in collaborazione con il Combo Jazz Club animato dall’esperto e superattivo Fabio Ravaglia. In pedana per l’inaugurazione: JOE PISTO ORGAN TRIO.  Di seguito tutto il calendario della manifestazione in cui spiccano anche due incontri con le musiche jazzificate del Sudamerica: tango milonga (Moronico Trio) e samba choro bossa forrò (Rogerio Tavares, Quintetto Tucano)

 

Ventesima edizione per “LA VENA DEL JAZZ ”Caffè Della Rocca di Imola in collaborazione con il Combo Jazz Club. La longeva e affermata manifestazione taglia l’importante traguardo dei venti anni e anche la pregevole peculiarità di essere una manifestazione di qualità, interamente finanziata da un soggetto privato, offerta alla cittadinanza in uno degli angoli più belli di Imola (provincia di Bologna). Tra giugno e agosto un cartellone di 10 appuntamenti settimanali, di mercoledì con inizio alle ore 21,00. Il programma a carattere prevalentemente jazzistico con formazioni composte sia da musicisti affermati che da giovani  emergenti, dando come sempre spazio anche alla scena jazz del circondario.

Da segnalare in particolare l’esibizione dell’ORGAN TRIO del blasonato chitarrista e cantante JOE PISTO , del “MORONICO TRIO” guidato dal noto chitarrista Tolga During. Del quartetto della vocalist cinese Jeanne Wang e di quello di Carmen Lina Ferrante, tutti e due gruppi per la prima volta a Imola. Del bravo cantautore reggiano Marco Sforza, e del trombettista e armonicista ferrarese Guido Guidoboni con un suo tributo a Miles Davis e Toots Thielemans. Inoltre avremo il ritorno della “SARTI BIG BAND” con un tributo alla musica di Charles Mingus, e infine , per la prima volta al Caffè della Rocca, l’apprezzato chitarrista e cantante brasiliano ROGERIO TAVARES con il suo “TUCANO QUINTET” .

La rassegna aprirà  mercoledì 7 giugno, con  JOE PISTO ORGAN TRIO”. Chitarrista, cantante, JOE PISTO (foto) si distingue per la sua singolare e speciale abilità nell’uso della voce e della chitarra, strumenti inscindibili della sua personalità poliedrica. Lucano di nascita ma bolognese d’adozione, ha uno stile inconfondibile, una voce espressiva e versatile con la quale si muove tra jazz, soul e sperimentazione. La sua padronanza del ritmo, del fraseggio, dello scat e delle dinamiche, lo rendono più simile ad un musicista jazz virtuoso che ad un vocalist. Swing, sound ed energia sono gli ingredienti che compongono il live set di questo progetto. Al suo fianco due bravi musicisti come Mecco Guidi all’organo Hammond (collaborazioni con Jimmy Owens, Enrico Rava, Robert Bonisolo, , Mario Biondi, Marco Tamburini, ecc) e Marco Frattini alla batteria (che ha suonato con F. Boltro, G. Garzone, Pietro Tonolo, Enzo Favata , Mack ecc.). I tre artisti si confrontano con un repertorio che spazia da alcuni dei più noti standards della storia del jazz ad alcune composizioni originali, unendo il linguaggio contemporaneo alla tradizione afro-americana.

Mercoledì 14 giugno,  una Big Band giovanile, la SARTI BIG BAND , orchestra della Scuola di Musica Sarti di Faenza   che presenterà un repertorio tutto dedicato al compositore e contrabbassista CHARLES MINGUS . Solista ospite sarà il trombettista Paolo Raineri ( già con i Junkfood , gli Ottone Pesante, Dente, Calibro 35) mentre la direzione è come sempre dall’ottimo chitarrista , arrangiatore Daniele Santimone.

Mercoledì 21 giugno, “MORONICO TRIO”. La formazione nasce nel cuore della Romagna da tre musicisti e compositori che uniscono sonorità mediterranee, tango e manouche, creando una propria identità nel panorama jazzistico attuale. Tolga During alla chitarra, Enrico Pelliconi alla fisarmonica e Mauro Mussoni al contrabbasso setacciano gemme del jazz europeo, attingono dal repertorio di Astor Piazzolla e dalla musica colta e presentano brani originali dove composizione e improvvisazione si fondono in un sound dinamico ed espressivo.

Mercoledì 28 giugno, canzone d’autore , quella più jazzata e lo fa con uno dei migliori protagonisti di questa ricca ma poco conosciuta scena: il cantautore, pianista, reggiano MARCO SFORZA e il suo TRIO SEPARE’. Classe 1981,  Marco Sforza è un istrione votato alla musica cantautorale, un cantastorie dallo spiccato senso dell’humor e dalla sincera musicalità. Le sue canzoni seminano ironia e disincanto, e nello stesso tempo legano folklore popolare e chanson francese, il tutto con una piacevole e gustosissima leggerezza.  Lo accompagnano Matteo Pacifico al clarinetto, Dario Vezzani al basso e Fabio Volpini alla batteria .

 

Mercoledì 5 luglio,  sonorità brasiliane del ”TUCANO QUINTET”, guidato dal cantante e chitarrista nordestino ROGERIO TAVARES (foto) . Stabilitosi in Italia negli anni ’90, Tavares è uno degli esponenti più conosciuti della musica brasiliana in Italia, repertorio con composizioni originali-  tratte dal suo più recente lavoro discografico “Rio doce”  –  e classici, tra samba e “MPB” di autori come Djavan, Joao Bosco, Ivan Lins. Al suo fianco una vera all stars di musicisti affermati a livello nazionale: il pianista Maurizio De Gasperi , il trombettista Maurizio Piancastelli , il bassista Andrea Taravelli e il batterista percussionista Roberto Rossi .

 

Mercoledì 12 luglio, la vocalist cinese JEANNE WANG originaria della città di Chengdu situata nel sud-ovest della Cina, capoluogo della provincia del Sichuan. Giovane, ma già con innumerevoli esperienze alle spalle sia in campo didattico ( è insegnante di canto jazz al dipartimento jazz di Sichuan del Conservatory of Musicof China), che in quello concertistico in festival sia in Cina che fuori, Jeanne Wang è legata al nostro Paese per averci vissuto per qualche anno e studiato canto jazz al Conservatorio di Ferrara.  Sarà affiancata dal pianista Federico Rubin , dal contrabbassista Stefano Galassi e dal batterista Gianfilippo Invincibile, , già suoi colleghi al Conservatorio di Ferrara, che recentemente come “ ” , hanno pubblicato il loro primo album “ Hidden Dances”.

 

Mercoledì 19 luglio, jazz manouche di “GAJE’ GIPSY SWING”, una delle migliori formazioni swing manouche attive della nostra Regione con la presenza di due virtuosi del genere come il chitarrista Paolo Prosperini e il violinista Alessandro Cosentino, coadiuvati dal chitarrista Alessandro De Lorenzi e dal contrabbassista imolese Francesco Cervellati. La serata ci porterà nelle magiche atmosfere sonore rese celebri del mitico Django Reinhardt e dal “Hot Club De France” nella Francia tra la fine degli anni ’30 e ’40.

Mercoledì 26 luglio, ROYAL T”  quintetto jazz imolese guidato dalla  vocalist Virginia Mancaniello e completato  dal chitarrista Gigi Foschini, dal pianista Fabio Landi, dal contrabbassista Alberto Giovannini e dal batterista Roberto Bianconi. Repertorio:  standard jazz, bossa nova e canzone d’autore italiana rivisitata in chiave jazz .

Mercoledì 2 agosto, il quartetto della giovane vocalist pugliese Carmen Lina Ferrante (foto), vincitrice a Piacenza del qualificato Concorso Bettinardi edizione 2021. Il quartetto si è formato all’interno del Conservatorio di Bologna dove studiavano tutti e quattro i suoi componenti: il pianista Vincenzo Bosco, il contrabbassista Sergio Mariotti e il batterista Francesco Benizio.  Una proposta  originale con un mix di jazz, improvvisazione e tradizione popolare sia italiana che balcanica.

Mercoledì 9 Agosto, la chiusura della rassegna è dedicata al progetto “Tra Miles e Toots” proposto dal quartetto di GUIDO GUIDOBONI. Il noto trombettista e armonicista ferrarese Guido Guidoboni (tra le tante esperienze, anche la militanza nello storico gruppo degli AREA, anni ‘78/79), propone un tributo al trombettista Miles Davis e all’armonicista Toots Thielemans, due grandi virtuosi a cui ha dedicato la sua carriera di musicista e didatta. L’alternanza tra questi strumenti, armonica e tromba, conferisce particolarità e originalità alla musica del gruppo. Completano il combo, veterani come il pianista Luca Matteuzzi, il contrabbassista Stefano Travaglini e il batterista Stefano Peretto .

I concerti si terranno ad IMOLA, al CAFFE’ DELLA ROCCA, con la suggestiva cornice della Rocca Sforzesca alle spalle, in Piazzale Giovanni dalle Bande Nere 10.

Orario previsto:  ore 21,00, ingresso con consumazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al numero 0542/28112.

 

Escribe tu comentario!